rotate-mobile
Cronaca

Dopo il San Giacomo un altro spazio torna alla città: a fine anno i lavori per il Campostrino

Entro fine anno partiranno i lavori di recupero della ex palestra Campostrino, spiega a ForliToday l'assessore ai lavori pubblici, Francesca Gardini

La chiesa di San Giacomo è stata inaugurata, ora l'amministrazione guarda ai prossimi progetti, che il sindaco Davide Drei, ha elencato nell'intervista sul primo anno di mandato. Entro fine anno partiranno i lavori di recupero della ex palestra Campostrino, spiega a ForliToday l'assessore ai lavori pubblici, Francesca Gardini: “Il progetto esecutivo è stato approvato un paio di settimane fa ed il bando per l'affidamento dei lavori è stato aperto. L'importo totale è di 1 milione di euro circa, dei quali 500mila a carico del Comune e altrettanti invece finanziati tramite bando regionale”.

Sono previsti il recupero e la rifunzionalizzazione dell’Ex Palestra “Giulio Paolucci” in Piazzetta Campostrino (costruita nel 1888) e della relativa area di pertinenza, da anni inutilizzata, tramite un progetto che è scaturito da un percorso partecipato con la città messo in piedi dalla precedente amministrazione. “Questo spazio – spiega Gardini -  vuole diventare un polo culturale aggregativo per i giovani, creando una interconnessione tra la zona del Campus e  la città, per creare ulteriore movimento che vada a rivitalizzare il centro storico”. I lavori dovrebbero partire, appunto, entro la fine del 2015 e durare circa un anno e mezzo.

Il progetto
Il vano principale dell’ex Palestra diventerà una sala polifunzionale con la possibilità di trasformarlo, al bisogno in una sala conferenze, sala di visione film, di ascolto musica, spazio per live performance, teatro, danza, spazio espositivo, luogo di aggregazione. Gli altri vani più piccoli dell’ex Palestra potranno ospitare uffici, spogliatoi (Piano terra), bagni, magazzino, vani tecnici (Secondo piano). L’edificio, dismesso da tempo, necessita, oltre che dei lavori recupero, anche di lavori di adeguamento sismico e impiantistico. Nell’area di pertinenza, dove sarà installata una pedana che fungerà da palco, verrà realizzato un chiosco da utilizzare per ristori e servizi, di circa 50 metri quadrati. Gli spazi saranno attrezzati come “salotti wi-fi”. Il parco di quasi 1.600 mq diventerà il punto di connessione tra la parte di città a sud del Campus e il centro storico, con una rete di percorsi ciclopedonali e non varà recinzioni restando quindi aperto e fruibile 24 ore su 24.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il San Giacomo un altro spazio torna alla città: a fine anno i lavori per il Campostrino

ForlìToday è in caricamento