rotate-mobile
Cronaca

Electrolux, sospeso lavoratore parzialmente inabile: sindacati sul piede di guerra

Un provvedimento che ha mandato su tutte le furie i sindacati, tanto che la protesta si è già estesa allo stabilimento di Susegana

Non accenna a placarsi, e anzi si acuisce il contrasto tra rappresentanze sindacali interne e la direzione dello stabilimento Electrolux di viale Bologna. Dopo essere stato accompagnato all'improvviso fuori dallo stabilimento, un lavoratore con disabilità si è visto notificata la sospensione dal lavoro.

Un provvedimento che ha mandato su tutte le furie i sindacati, tanto che la protesta si è già estesa allo stabilimento di Susegana, in Veneto. Scrivono in un comunicato le Rsu: “Assurda vicenda all'Electrolux di Forlì, che può compromettere gravemente l'immagine della multinazionale. Ora che si conoscono i dettagli della vicenda esplosa venerdì, è peggio di quanto si potesse pensare. Un operaio parzialmente inabile con conseguenti parziali limitazioni, da anni conosciute (ha l'obbligo certificato a lavorare parte del tempo seduto), è stato improvvisamente sospeso dalla Direzione Electrolux di Forlì”.

“Venerdì scorso l'operaio è stato accompagnato fuori dallo stabilimento dalle guardie in orario di lavoro, peggio di un ladro, subito dopo che gli era stata notificato il licenziamento, con lettera, dove si dichiara che in mancanza di posizioni compatibili con le prescrizioni mediche, sia nello stabilimento di Forlì, sia in tutto il gruppo Electrolux in Italia (come scritto nella lettera) non vi sono condizioni idonee al lavoro”.

Per i sindacati si tratta di un atto “vergognoso e discriminatorio”. “Il lavoratore da anni lavora in varie posizioni, con il solo limite di dover prestare la sua opera parzialmente da seduto, problema non nuovo nelle aziende di tutto il gruppo e in tante aziende italiane. La responsabilità sociale dell'impresa - norma costituzionale - si estrinseca proprio nel tutelare persone deboli, con limitazioni e problemi”.

La Rsu, dopo lo sciopero immediato di venerdì scorso, ha preso una posizione netta chiedendo un incontro con la direzione per avere il reintegro del lavoratore. Anche i rappresentanti sindacali di Susegana hanno dato la disponibilità di uno sciopero che non sarebbe quindi limitato a Forlì. Martedì si terrà un'assemblea dei lavoratori che potrebbe portare allo sciopero.

Sul caso interviene anche l'Ugl che, per bocca del segretario provinciale Gerardo Fasulo, bolla l'accaduto come “un provvedimento ingiustificato che abbiamo contestato da subito. CContestiamo il modo e l'interpretazione che l'azienda ha dato per il licenziamento del lavoratore dichiarando che non c'erano posizioni compatibili con le prescrizioni mediche in quanto l' operaio aveva l' obbligo certificato di lavorare parte del tempo seduto . Ed era cosa nota in azienda. Riteniamo dunque errata e dunque da correggere in tempi brevissimi la valutazione che la direzione aziendale dell' Electrolux di Forlì ha dato della vicenda”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, sospeso lavoratore parzialmente inabile: sindacati sul piede di guerra

ForlìToday è in caricamento