rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Sanità, terapia del dolore: il progetto forlivese selezionato tra i migliori in Italia

L'ambulatorio del dolore è strutturato con un servizio di terapia antalgica per pazienti esterni all'Ospedale e offre consulenza in caso di dolore non controllato ai reparti ospedalieri

Continua l’impegno scientifico dell’Unitá operativa di Anestesia e Rianimazione di Forlì, diretta dal dottore Stefano Maitan. E anche questa volta il tema è la terapia del dolore, per la quale l’Unità Operativa riceve da diversi anni riconoscimenti e partecipazioni prestigiose. Al sesto congresso internazionale della Study in multidisciplinary pain research, che si terrá a Roma dal 27 al 29 marzo, Emanuele Piraccini, anestesista forlivese, presenterà il progetto “L’utilizzo di una checklist in terapia del dolore”.

La ricerca è stata selezionata come uno dei migliori 30 progetti provenienti da tutta Italia e il concorso era riservato ai professionisti che si occupano a qualunque livello di terapia del dolore con età inferiore ai 40 anni. Sono stati presentati progetti da anestesisti, neurologi, fisiatri ed altri specialisti coinvolti nello studio e nel trattamento del dolore, inclusi biologi, fisioterapisti e psicologi.

L’obiettivo del progetto era  di introdurre una checklist nell’ambulatorio di terapia del dolore ogni qualvolta si esegue una infiltrazione antalgica sui pazienti in modo da ridurre le possibilità di errore umano e l’incidenza di complicanze. La realizzazione del progetto prevedeva una stretta collaborazione tra medici e infermieri (anch’essi coinvolti nella stesura del progetto stesso), in modo analogo a quanto giá accade nel blocco operatorio forlivese dove una checklist è stata introdotta con successo da qualche anno.

Infine, sempre per offrire ai pazienti la migliore assistenza possibile,  a partire da aprile l’ambulatorio di terapia del dolore dell’ospedale forlivese incrementerà la propria attivitá clinica, con l’apertura  di una giornata in più la settimana. Il servizio sarà quindi garantito per 24 ore settimanali distribuite su 4 giornate rispetto alle 18 ore attuali distribuite su 3 giornate (lunedì, martedì e venerdì mattina dalle 8 alle 14, e mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 20). L'ambulatorio del dolore è strutturato con un servizio di terapia antalgica per pazienti esterni all'Ospedale e offre consulenza in caso di dolore  non controllato ai reparti ospedalieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, terapia del dolore: il progetto forlivese selezionato tra i migliori in Italia

ForlìToday è in caricamento