rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Epidemia tra i conigli, il sindaco: "Non temo denunce, problema affrontato con serietà"

"Reputo che non sia accettabile che da parte di qualcuno, peraltro distante dalla nostra realtà, venga strumentalizzata irresponsabilmente questa vicenda”

“Rispetto alla minaccia di denunce annunciate in queste ore - afferma il Sindaco Davide Drei - sono estremamente sereno e, al riguardo, mi limito a sottolineare che l’ordinanza emessa risponde alla necessità di rispetto della legge in chiave di salvaguardia e tutela della salute e dell'igiene pubblica. Detto questo, reputo che non sia accettabile che da parte di qualcuno, peraltro distante dalla nostra realtà, venga strumentalizzata irresponsabilmente questa vicenda”: è la risposta che arriva dal Comune all’associazione animalista ‘Meta’ che venerdì, come riportato da ForlìToday, si è unita al coro delle proteste di altre associazioni sulla questione della nuova infezione da mixomatosi dei conigli nel Parco Urbano "Franco Agosto", dopo che – tra mille polemiche – il caso sembrava essersi chiuso nella scorsa primavera.

L’associazione ‘Meta’ (Movimento etico tutela animali) promette denunce per maltrattamenti di animali. Accusa che Drei respinge al mittente: “L'Amministrazione sta affrontando il problema con serietà, impegno e dialogo, mettendo al centro dell’attenzione la salute degli animali e la qualità ambientale del nostro Parco, il tutto finalizzato a valorizzare al massimo la sua vocazione di piena fruibilità e vivibilità da parte delle famiglie e dei cittadini”.

Sull’argomento, l’Assessore con delega alla materia, Sara Samorì, approfondisce i contenuti: “Contrariamente a quanto sostenuto da alcune frange esasperate e polemiche, l’Amministrazione ha mantenuto gli impegni assunti in occasione delle verifiche e degli accertamenti, in chiave preventiva, effettuati nella primavera scorsa sullo stato di salute dei conigli del Parco Urbano. In quell’occasione si aprì anche un confronto con diverse associazioni ambientaliste e animaliste che è andato avanti. Come ben sanno gli operatori del mondo sanitario, veterinario, tecnico ambientale e i responsabili delle principali associazioni che hanno seguito direttamente la vicenda, gli impegni assunti erano in corso di esecuzione da parte delle Istituzioni competenti. Ovviamente, ora, la programmazione e l’operatività risultano modificate ma insieme a quanto previsto dall'ordinanza verrà data attuazione a quelle misure concordate e previste quali la sterilizzazione, la vaccinazione ed eventuali trasferimenti di animali per contenere il numero dei conigli all’interno del Parco Urbano. Tutto ciò è finalizzato ad evitare il sovraffollamento e le problematiche conseguenti. A tale proposito ricordo che la mixomatosi sia una infezione non prevedibile e non curabile”. 

“Faccio infine presente che mentre strumentalizzazione e attacchi vengono da parte di realtà che non hanno radicamento nel territorio, in queste stesse ore stiamo ricevendo segnali di forte collaborazione e responsabilità da parte di associazioni animaliste e ambientaliste locali e partecipi del percorso intrapreso”, conclude Samorì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epidemia tra i conigli, il sindaco: "Non temo denunce, problema affrontato con serietà"

ForlìToday è in caricamento