Era ricercato in tutt'Italia: il truffatore seriale commette un errore, stanato a Forlì

Dopo le procedure di identificazione e messo di fronte all’evidenza dei fatti, ha ammesso le proprie responsabilità.

Deve scontare quattro anni e mezzo di reclusione ed una multa di 1400 euro per "ricettazione", reato commesso principalmente tra Milano, Napoli e Avellino. Un 43enne è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Forlì nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei reati di microcriminalità. I detective avevano appreso della possibile presenza in città di un uomo che doveva scontare una pena detentiva. Sul suo capo, infatti, da dicembre pendeva un ordine di arresto emesso dalla Procura di Avellino per ben quattro condanne, l’ultima delle quali risalente al 2019.

Il soggetto era attivamente ricercato anche alla Polizia di Napoli. Era in particolar “specializzato” nella ricettazione degli assegni “rubati”, reato che ha commesso in varie parti d’Italia a partire dal 2011. Inoltre ha anche precedenti per truffe ai danni delle compagnie assicuratrici, tant’è che è riuscito in diverse occasioni a “intascare” fraudolentemente indennizzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di lui si erano perse le tracce, anche perché era spesso in giro per l’Italia e la sua presenza non veniva registrata nelle strutture ricettive. I poliziotti della Squadra Mobile sono risaliti al numero di telefono dell’uomo e, attraverso mezzi tecnici, domenica lo hanno localizzato e bloccato, notificandogli il provvedimento restrittivo e trasferendolo in carcere a Forlì. In Questura, l’uomo ha negato qualsiasi coinvolgimento criminale o di essere stato mai condannato; tuttavia, dopo le procedure di identificazione e messo di fronte all’evidenza dei fatti, ha ammesso le proprie responsabilità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento