rotate-mobile
Cronaca

Erba alta e zanzare: "Nessun allarme, proseguiamo con la trinciatura nelle aree verdi"

L'amministrazione da aprile sta sperimentando un nuovo metodo di gestione del verde pubblico con la proroga di un anno dell'appalto scaduto il 31 marzo. "Le lamentele ci sono sempre state", spiega Gian Luca Laghi, responsabile dell'unità Verde pubblico e privato del Comune di Forlì

Alcune segnalazioni sono arrivate al Comune per l'erba alta e per le zanzare che prolificano dove la vegetazione è più incolta a causa dell'umidità. L'amministrazione da aprile sta sperimentando un nuovo metodo di gestione del verde pubblico con la proroga di un anno dell'appalto scaduto il 31 marzo. “Le lamentele ci sono sempre state – spiega Gian Luca Laghi, responsabile dell'unità Verde pubblico e privato del Comune di Forlì -il periodo primaverile è sempre il più critico, perchè l'erba ricresce nel giro di 15 giorni, mentre tra uno sfalcio e l'altro può passare anche un mese e mezzo”.

Il piano del Comune prosegue: “Da aprile sono previsti 5 interventi: il primo sfalcio con raccolta e la prima trinciatura sono stati portati a termine, ora si sta procedendo alla seconda trinciatura, alla quale seguiranno a settembre un altro sfalcio con raccolta e tra ottobre e novembre l'ultima trinciatura. Questo per le aree verdi. Per quanto riguarda le scuole è previsto un intervento in più – spiega Laghi -. Lungo la viabilità comunale abbiamo messo in campo qualche intervento straordinario in zone di crescita eccessiva: negli incroci più pericolosi abbiamo ad esempio anticipato gli sfalci”.

Il novo metodo di gestione prevede un'attenzione più alta per le zone più fruite, anche nelle aree verdi, dando la priorità agli interventi, che in un secondo momento verranno fatti anche nelle zone meno frequentate e con cadenze diverse. “Stiamo valutando – chiarisce il responsabile comunale – di aggiustare il tiro per le zone più incolte, pensando di prevedere una trinciatura dei bordi nelle aree più vicine alle case, per evitare la prolificazione di insetti, dovuta ad una maggiore umidità”. Tra giugno e luglio gli operai, che lavorano 5 giorni a settimana (sono circa 12 ogni giorno), sono alle prese con il terzo intervento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Erba alta e zanzare: "Nessun allarme, proseguiamo con la trinciatura nelle aree verdi"

ForlìToday è in caricamento