Gli auguri del sindaco Zattini ai maturandi: "Siate coraggiosi e premiatevi"

"In questo giorno di transizione scolastica, mi rivolgo a voi con la consapevolezza che siete il nostro più prezioso investimento", scrive Zattini

Arrivano via social gli auguri del neo sindaco Gian Luca Zattini ai ragazzi che in questi giorni si cimenteranno con l'esame di maturità tra prove scritte ed orali. "Questo Paese ha bisogno di voi, della vostra curiosità intellettuale, del vostro pragmatismo, della vostra lungimiranza e del vostro entusiasmo - scrive Zattini su Facebook rivolgendosi ai maturandi -. In questo giorno di transizione scolastica, mi rivolgo a voi con la consapevolezza che siete il nostro più prezioso investimento. Siate coraggiosi e premiatevi. Non lasciate che il vostro futuro scivoli in mano alla fortuna. Siatene prima di tutto protagonisti, e poi complici. E ricordatevi: ‘il meglio deve ancora venire’. Un forte abbraccio a tutti voi".

Ad inaugurare l'esame di stato, come da tradizione, è stata la prova di italiano. Per l'analisi del testo l'autore scelto è stato Giuseppe Ungaretti con "Il porto sepolto", confluita nel 1942 nella raccolta "L'allegria". Agli studenti è stata chiesta l’analisi e l’interpretazione del testo letterario. Lotta alla mafia con Leonardo Sciascia attraverso un brano del romanzo "Il giorno della civetta".

Per il tema di attualità gli studenti sono stati chiamati ad una riflessione sulle figure del generale Carlo Alberto dalla Chiesa, ucciso in un attentato mafioso a Palermo nel 1982 con la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente Domenico Russo, a partire dal discorso del prefetto Luigi Viana, in occasione delle celebrazioni del trentennale dell’attentato. Sport e storia, a partire da un articolo di giornale, con Gino Bartali, il campione di ciclismo nominato "Giusto tra le nazioni" per aver salvato numerosi ebrei nel 1948.

Sui banchi della maturità 2019 anche una riflessione sull'"Eredità del Novecento" a partire da un brano del giornalista e scrittore Corrado Stajano; il piccolo alfabeto civile dello storico dell’arte Tomaso Montanari, "Istruzioni per l’uso del futuro", pamphlet sul valore del patrimonio culturale, che invita ad educare all’amore per il bello e la conoscenza. E le considerazioni di Steven Sloman e Philip Fernbach ne "L’illusione della conoscenza. Perché non pensiamo mai da soli" per la traccia B, dove è stato chiesto ai maturandi di argomentare sugli spunti forniti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento