menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esce dall'hotel Covid dopo 12 giorni e prende una multa sul bus. Lo sfogo: "Trattato come un delinquente"

“Ho chiesto alla reception un biglietto ma mi hanno risposto che non li avevano, sono andato in edicola e anche al tabaccaio ma anche loro mi hanno risposto che non li avevano da tempo"

E' uscito dopo 12 giorni di quarantena in isolamento dal “Covid Hotel” di Forlì è si è preso la multa sull'autobus nell'agognato ritorno a casa. E' la singolare vicenda di un cittadino della Cava, che protesta contro quella che definisce “una ingiusta multa da parte di Start Romagna”. Spiega il cittadino nella sua lettera: “Dopo una permanenza di 12 giorni di quarantena passati in un albergo Covid a Forlì, sono uscito sabato scorso dalla struttura. Siccome quando entri in un 'albergo Covid' ti portano in ambulanza, quando esci devi pensarci tu a tornare a casa e come tornare. Visto che non avevo la mia macchina dietro ho optato per prendere un autobus”.

Quindi il disagio per trovare un biglietto: “Ho chiesto alla reception un biglietto ma mi hanno risposto che non li avevano, sono andato in edicola e anche al tabaccaio ma anche loro mi hanno risposto che non li avevano da tempo. Allora decido di chiedere all'autista del bus della linea 4”. E già c'è da riflettere se è difficile trovare un biglietto dell'autobus proprio di fronte all'aeroporto. Continua il racconto: “Quando si ferma, senza salire e con i soldi in mano faccio presente all'autista che non avevo il biglietto e che nessuno in zona li aveva da vendere. La sua risposta è stata “sali pure”. Salgo e dopo qualche fermata salgono i controllori, che senza neanche sentire le mie spiegazioni ma anzi deriderle e farmi sentire come un delinquente habitué, mi fanno il verbale. Faccio presente che è stato l’autista a farmi salire sapendo che ero senza biglietto, che non prendo mai i mezzi pubblici e che mi sono ritrovato in quella situazione per caso e che non sapevo che il biglietto si poteva fare anche tramite il cellulare. Ma loro non le interessava la mia storia e le mie ragioni”.

Quindi lo sfogo: “Dopo 12 giorni di quarantena doveva essere un giorno bello tornare a casa e vedere i miei figli ma non è stato così, perché è stato rovinato da queste persone insensibili. Appena arrivato sotto casa non sono salito neanche su per vedere la mia famiglia, talmente ero scosso, ma ho preso la mia macchina e mi sono diretto al Punto Bus di Forlì per fare la contestazione. Il lunedì dopo chiamo l’ufficio competente e vengo a sapere che il ricorso ci mette 30 giorni di tempo e nel frattempo la multa crescerà da 67 a 82 euro. Non è per i soldi perché non divento ricco con 82 euro, ma per principio. Ho preso una multa per una mancanza di biglietti in vendita, il ché di certo non è colpa del semplice cittadino quale sono. Morale della favola mi sento offeso da Start Romagna,  visto che era la prima volta che salivo in un pullman e che prendevo un verbale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento