Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Escursionisti sul crinale colti dalla stanchezza e dal buio: portati in salvo in serata

In difficoltà e a ridosso del tramonto e quindi della notte e dei suoi pericoli: è la situazione in cui si sono trovati domenica sera 4 escursionisti

In difficoltà e a ridosso del tramonto e quindi della notte e dei suoi pericoli: è la situazione in cui si sono trovati domenica sera 4 escursionisti della provincia di Bologna sul sentiero CAI 409, quello che percorre il crinale appenninico tra Romagna e Toscana sulla valle dell'Acquacheta, nella zona di San Benedetto in Alpe. I quattro, due uomini e due donne di età tra i 44 e i 56 anni, resisi conto di non riuscire a tornare al punto base con le proprie forze hanno chiamato il 118, che ha smistato la richiesta di soccorso al Soccorso Alpino e ai Vigili del Fuoco, entrambi intervenuti il primo col personale della stazione di Montefalco, il secondo con una squadra di Rocca San Casciano. Uno di loro accusava anche una crisi ipoglicemica.

Gli escursionisti, stanchi e in difficoltà, sono stati guidati telefonicamente dal Soccorso Alpino fino alla località Prato Andreaccio ed invitati ad attendere l'arrivo dei soccorritori. Si tratta di una delle sommità del crinale, il punto in cui il sentiero varca il confine con la Toscana e prosegue veso il monte di Londa. Infine le squadre di tecnici e sanitari hanno raggiunto le persone in difficoltà alle 21 circa raggiungendo il punto d'incontro facendo il giro più lungo e fermando il veicolo nel punto più vicino. Questo ha permesso solo una breve marcia e senza particolare dislivello ai 4 escursionisti, che poi sono stati caricati in auto. Valutate le condizioni fisiche e l'assenza di problematiche di salute, le hanno riaccompagnate scortandole a valle fino alle proprie auto. L'intervento si è concluso alle ore 22.30 circa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escursionisti sul crinale colti dalla stanchezza e dal buio: portati in salvo in serata

ForlìToday è in caricamento