Pacco sospetto, rientra l'allarme: la polvere bianca era zucchero per diabetici

L'esito delle indagini sulla sostanza che aveva causato non poche preoccupazioni è stato ufficializzato martedì

Non era antrace la polvere bianca contenuta nel parco sospetto che si trovava al centro recapito delle Poste di via Bertini e che lunedì mattina aveva mobilitato Polizia Scientifica, Digos, Volanti, Carabinieri, artificieri e Vigili del Fuoco. All'interno del plico, spedito dalla Germania, non vi era altro che zucchero per diabetici, ordinato qualche giorno fa su internet dal destinario, un extracomunitario residente a Forlì, con regolare permesso di soggiorno, sofferente della patologia. L'esito delle indagini sulla sostanza che aveva causato non poche preoccupazioni, alla luce dell'allerta terrorismo (alzata dopo i recenti attacchi di Barcellona e le minacce dell'Isis all'Italia), è stato ufficializzato martedì. A coordinare il lavoro degli investigatori il pubblico ministero Federica Messina. La notizia è stata riportata dall'edizione di mercoledì di "Corriere Romagna" e "Il Resto del Carlino".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento