Cronaca

Era il 1989, la storica fumetteria celebra il trentennale: "Il nostro sogno si avvera tutti i giorni"

A Forlì c'è una storica fumetteria nel cuore del centro storico, in via Palazzola, che celebra il traguardo dei trent'anni

Trionfano al cinema. Sono protagonisti di serie televisive. E se le danno di santa ragione nei videogiochi. Nell’era dei media digitali, dei tablet e dei social, i personaggi dei fumetti saltano da uno schermo all’altro. Ma la carta resta la loro casa privilegiata. E non passano mai di moda. A Forlì c'è una storica fumetteria nel cuore del centro storico, in via Palazzola, che celebra il traguardo dei trent'anni: Eta Beta. "Sembra incredibile - esclamano i titolari Margherita e Renzo Toresi -. Abbiamo cominciato con un piccolo sogno chiuso in un cassetto e poi, pian piano, con tanta gavetta, tanti sacrifici, ma sempre con tanta passione, siamo arrivati alle 30 candeline".

Un sogno maturato partendo dai grandi eroi dei fumetti di sempre Tex, Zagor e Dylan Dog (all’epoca una novità editoriale), passando per i Supereroi americani, fino ad arrivare ai manga giapponesi, che hanno avuto il merito di fare appassionare le nuove generazioni. "Correva l’anno 1989, quando sollevavamo per la prima volta la serranda del nostro amato negozio - ricordano -. Ieri, come oggi, giorno dopo giorno, con il sorriso di chi ama il proprio lavoro, ed anche perché, come diciamo sempre, “Il fumetto mantiene giovani”".

Ed eccole, quindi, le 30 candeline che Eta Beta spegne tutte d’un fiato. I proprietari hanno organizzato una festa sabato 26 ottobre alle 16 con buffet ed un piccolo ricordo dell'anniversario: "Vogliamo ringraziare chi ha varcato la porta del nostro negozio, non per entrare in una semplice fumetteria, ma per raggiungerci in questo fantastico mondo, dove i sogni possono ancora avverarsi. Il nostro si è avverato e da tre decadi si avvera ogni giorno". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era il 1989, la storica fumetteria celebra il trentennale: "Il nostro sogno si avvera tutti i giorni"

ForlìToday è in caricamento