Cronaca

Troppi furbetti sugli autobus, rinforzati i controlli. Per chi sgarra 60 euro di multa

Per risolvere il problema del mancato pagamento dei ticket di viaggio sull'autobus arrivano controlli più serrati, insieme agli agenti della polizia municipale

Per risolvere il problema del mancato pagamento dei ticket di viaggio sull'autobus arrivano controlli più serrati, insieme agli agenti della polizia municipale. L'evasione viene attestata, per il territorio forlivese, intorno al 4,8%, sulla base di alcuni controlli. “Sono troppe le persone che non pagano il biglietto – sottolinea il vicesindaco, Giancarlo Biserna – è una situazione che non può andare avanti e che abbiamo deciso di affrontare in maniera radicale, per tutelare chi paga regolarmente”.

A fare il punto della situazione il responsabile di esercizio Start Romagna, Stefano Garattoni. “I controlli vengono effettuati facendo un conteggio dei passeggeri presenti su un autobus e poi confrontando i biglietti obliterati. Ovviamente il dato non è sempre uguale e risulta più elevato nelle fasce di punta, ovvero dalle 7.30 alle 8.30 e dalle 12 alle 14”. Da aprile a settembre 2013 sono stati controllati oltre 27mila passeggeri, su 4.418 corse, e sono stati emessi 1.304 verbali, con un 'evasione calcolata intorno al 4,8%. Per questo tipo di controlli hanno lavorato circa 180 operatori di Start, a turni di 2. La multa per chi sgarra è di 60 euro.

Da qualche giorno è stato chiesto anche l'aiuto della polizia municipale, spiega la comandante Elena Fiore: “Diamo, come sempre, supporto per quanto riguarda gli aspetti legati alla sicurezza. Spesso veniamo chiamati perchè chi viene trovato senza biglietto, fornisce false generalità. Per qualche settimana saremo sugli autobus insieme ai controllori”.

Il mancato introito derivante dai biglietti non pagati va ad incidere sul bilancio del Comune, che per il trasporto pubblico mette a disposizione circa 2 milioni all'anno. 1milione 100mila euro, derivano dagli introiti dei biglietti. La Regione copre circa 4 milioni e arrivano anche contributi statali. “Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni su passeggeri che non pagano il biglietto – chiude Claudio Maltoni, direttore di Forlì Mobilità Integrata – questo ovviamente incide anche sulle entrate del Comune ed è spiacevole che la Regione debba intervenire per coprire i mancati introiti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi furbetti sugli autobus, rinforzati i controlli. Per chi sgarra 60 euro di multa

ForlìToday è in caricamento