rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Giovane, atletico, imprevedibile e violento: ecco chi è il detenuto che ha tentato la fuga dal carcere

Il fuggiasco è stato infatti stanato in una villa abbandonata, dove aveva cercato rifugio nel tentativo di sfuggire alla cattura. Nel volo il detenuto ha riportato la frattura del perone e del ginocchio

E' Alex Spedicato, 24enne di Carmiano, in provincia di Lecce, il protagonista del tentativo di fuga dal carcere di Forlì avvenuto lunedì scorso. Il giovane si è lanciato da un’altezza di circa sei metri, senza fare i conti con un vigilante che, al piano terra, ha assistito all’intera scena. Ne è nato un inseguimento, che si è esaurito dopo pochi minuti. Il fuggiasco è stato infatti stanato in una villa abbandonata, dove aveva cercato rifugio nel tentativo di sfuggire alla cattura. Nel volo il detenuto ha riportato la frattura del perone e del ginocchio.

Spedicato sarebbe uscito nel 2022 ma la sua posizione, ora, potrebbe peggiorare. Giovane, atletico, imprevedibile e violento. La figura del 24enne è nota alle cronache e negli ambienti giudiziari. A febbraio del 2013 venne arrestato con l’accusa di essere l’autore di un’efferata rapina compiuta ai danni di un’anziana di Frigole, marina di Lecce. Nel luglio successivo è stato condannato, per quell’episodio, a 13 anni di carcere. Il nome del 24enne è balzato nuovamente alle cronache a dicembre scorso, quando è finito nuovamente in carcere per la rapina messa a segno con un complice il 4 dicembre ai danni della gioielleria Govoni a Minerbio, in provincia di Bologna.

Una rapina dalle modalità cruente, ripresa in gran parte dalle telecamere di videosorveglianza di cui è dotata la gioielleria. I due rapinatori si presentarono in negozio alle 10 del mattino, fingendosi due clienti in cerca di regali di Natale. Dopo aver conquistato la fiducia dei proprietari (marito e moglie) e atteso che sul bancone fossero depositati alcuni preziosi gioielli, entrarono in azione: Spedicato colpì con una mossa di Aikido il titolare mandandolo al tappeto, puntandogli la pistola alla gola. Per compiere la rapina Spedicato era evaso dai domiciliari, che stava scontando proprio a Forlì. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane, atletico, imprevedibile e violento: ecco chi è il detenuto che ha tentato la fuga dal carcere

ForlìToday è in caricamento