menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Immobili, suv e vita nel lusso: ma chiedevano comunque aiuto al Comune

Alcuni, pur richiedendo contributi, conducevano un tenore di vita alto, essendo proprietari di immobili ed “auto di lusso”. I settori maggiormente interessati al controllo sono quelli del fondo locazione abitazioni e borse di studio

Nella sede del Municipio di Predappio, alla presenza del Sindaco Giorgio Frassineti e del Colonnello Alessandro Mazziotti,  è stato stipulato un protocollo d’intesa tra il Comune e la Guardia di Finanza che formalizza la collaborazione per il controllo delle dichiarazioni Isee presentate dai cittadini e le relative richieste di contributi e agevolazioni tariffarie.
 
Infatti, quello finalizzato alla scoperta di presunte evasioni, irregolarità e truffe nel c.d. “Settore Pubblico allargato”, anche con la collaborazione dei competenti Uffici dei Comuni della Provincia, risulta essere tra gli obiettivi primari che la Guardia di Finanza deve conseguire nell’ambito della tutela della spesa pubblica, che si sviluppa tramite il controllo economico del territorio e mirati servizi di polizia economica e finanziaria.

La conoscenza del contesto territoriale, correlata alla particolare situazione economica del periodo, ha evidenziato una marcata richiesta di contribuzione che i cittadini, a vario titolo, presentano agli Enti Pubblici. In tal senso, la Guardia di Finanza esamina la documentazione fornita dagli Enti territoriali per la fruizione di prestazioni sociali agevolate.
 
I CONTROLLI NEL 2012 - Nel corso del 2012 sono stati effettuati 122 controlli (di cui 50 nel forlivese) e segnalate all’A.G. 109 persone (50 nel comprensorio forlivese) per aver percepito indebitamente erogazioni per un totale di oltre 112.000 euro. I vari soggetti, sia italiani che extracomunitari, hanno presentato modelli Isee riportanti dati non veritieri, a fronte dei quali sono emersi redditi di lavoro e/o immobiliari per circa 500.000 euro.
 
I CONTROLLI NEL 2013 - Dall’inizio del 2013 sono stati effettuati 77 controlli (di cui 44 nel comprensorio forlivese) e segnalate all’A.G. 70 persone (44 nel forlivese) per un importo di P.S.A. indebitamente percepito equivalente a circa 14.000 euro a fronte di oltre 125.000 euro in tutta la provincia. Alcuni, pur richiedendo contributi, conducevano un tenore di vita alto, essendo proprietari di immobili ed “auto di lusso”. I settori maggiormente interessati al controllo sono quelli del fondo locazione abitazioni, borse di studio, assegnazione di alloggi popolari e rette degli asili nido. Il nuovo protocollo d’intesa stipulato consentirà di estendere la platea dei soggetti da controllare, in quanto il Comune di Predappio metterà a disposizione della Guardia di Finanza tutti i dati relativi alle richieste di contribuzione e alle autocertificazioni prodotte, al fine di una completa disamina sulla regolarità e veridicità di quanto riportato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento