rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Coronavirus, il bollettino

Il covid continua ad arretrare in Romagna, prevale la variante Omicron 5. Crescono le quarte dosi nel Forlivese

Per quanto riguarda la campagna vaccinale in Romagna, al 19 settembre l’adesione alla quarta dose di coloro invitati a vaccinarsi perché vulnerabili e over 60 è pari al 46,5% con variazioni nei diversi ambiti

Meno di 400 nuovi positivi nella settimana dal 12 al 18 settembre nel Forlivese. Questo quanto emerge dal consueto aggiornamento settimanale dell'Ausl sull'andamento dell'epidemia in Romagna, che ha visto 2.277 nuovi casi, con una flessione in termini assoluti di 342 contagi rispetto alla settimana precedente. Complessivamente sono stati eseguiti 14.043 tamponi (molecolari e antigenici), il 16.2% dei quali positivi. Prevale tra i positivi la variante Omicron BA.5. 

Nel comprensorio di Forlì i positivi sono stati 397 contro i 512 del periodo tra il 5 e l'11 settembre. Nel dettaglio Bertinoro conta 19 casi attivi, Castrocaro 16, Civitella 15, Dovadola 6, Forlì 381, Forlimpopoli 47, Galeata 10, Meldola 26, Modigliana 3, Portico 1, Predappio 20, Rocca San Casciano 6, Santa Sofia 36 e Tredozio 8, mentre non registra casi Premilcuore. Nelle ultime 24 ore si sono registrati invece nel Forlivese 90 nuovi contagi. In flessione i contagi anche nel resto del territorio: il Ravennate è passato da 976 a 830, il Riminese da 656 a 579, mentre il Cesenate da 475 a 471. In calo anche i focolai nelle strutture socio-assistenziali, da 7 a 5, e quelli intraospedalieri, da 3 a 2. Resta invariato il numero dei pazienti ricoverati per covid-19, 98, due dei quali in terapia intensiva. Stabile il numero di decessi, nove (uno nel Forlivese, uno nel Cesenate, tre nel Riminese e quattro nel Ravennate).

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, al 19 settembre l’adesione alla quarta dose di coloro invitati a vaccinarsi perché vulnerabili e over 60 è pari al 46,5% con variazioni nei diversi ambiti: 53,6% a Forlì, 49% a Ravenna, 49,7% a Cesena e 35,7% a Rimini. Nella fascia 60-79 anni ha ricevuto la quarta dose il 18,8%, con la percentuale più alta nel Ravennate, il 22,9%, seguita dal Forlivese col 19,2%, il Cesenate col 17,4% e il Riminese col 14,2%. Sono invece il 45,3% gli over 80 ad essersi sottoposti alla quarta dose: anche in questo caso guida la classifica il Ravennate col 52%, a precedere il Forlivese col 44,9%, il Cesenate col 44,1% e il Riminese con il 36,8%. Complessivamente sono 131 gli operatori tra dipendenti e convenzionati in tutta l'Ausl Romagna sospesi perchè non hanno rispettato l'obbligo della vaccinazione. La percentuale dei sospesi è inferiore al 1% in tutti gli ambiti territoriali e non si apprezzano sostanziali differenze tra Cesena, Forlì, Rimini e Ravenna. Nel Forlivese gli operatori sospesi sono 26, di cui tre convenzionati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il covid continua ad arretrare in Romagna, prevale la variante Omicron 5. Crescono le quarte dosi nel Forlivese

ForlìToday è in caricamento