rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

'La Falcia' torna al mare: l'imbarcazione del '49 da Palazzo Gaddi va a Cesenatico

Uno stuolo di bimbi delle scuole dell'infanzia e primaria del II° Circolo Didattico "Federico Fellini" ha salutato la 'Beppa', soprannome dell'imbarcazione storica 'La falcia' ospitata la Museo etnografico "Pergoli" di Palazzo Gaddi

Uno stuolo di bimbi delle scuole dell'infanzia e primaria del II° Circolo Didattico “Federico Fellini” ha salutato la 'Beppa', soprannome dell'imbarcazione storica 'La falcia' ospitata  la Museo etnografico “Pergoli” di Palazzo Gaddi. “Dalla città parte una barca che va al mare – ha spiegato il sindaco di Forlì Davide Drei, ai bambini –, nel luogo giusto dove stanno le barche”. E' partita mercoledì alla volta del Museo della Marineria di Cesenatico, dove da maggio, dopo un intervento di manutenzione, sarà esposta al pubblico.

Il sindaco di Cesenatico, Roberto Buda, ha ricordato come il Museo “sia un contenitore eccezionale ed una eccellenza in Europa”. Insieme ai sindaci, agli alunni e alle insegnanti, a salutare la barca anche l'assessora alla Cultura del Comune di Forlì, Elisa Giovannetti, la dirigente del Servizio Cultura e Musei, Cristina Ambrosini, il direttore del Museo della Marineria di Cesenatico, Davide Gnola, e Salvatore Ricca Rosellini, figlio dell'originario proprietario Siro Ricca Rosellini. “La Falcia, dopo tanti anni, oggi ha ricominciato a sognare il mare. Ha ricevuto, ora, il più prezioso dei regali: può tornare nella sua Cesenatico. Esce, quindi, solenne e orgogliosa, dal Museo che l’ha generosamente ospitata. Trainata dalle soavi funi dei ricordi, intimorita dalla tuonante forza meccanica dei verricelli e delle gru e dal fragore dei picconi, incoraggiata dall’amorevole vociare dei bambini riprende il largo, leggera e veloce, come sempre, sulle onde”, dice Rossellini dopo avere raccontato la storia della 'Falcia'.

La partenza de "La Falcia" salutata dai bambini

L'imbarcazione è di proprietà del Comune di Forlì dagli anni settanta a seguito di una donazione. 'La Falcia' è stata costruita a Cattolica nel 1949 per i fratelli Giovanni e Siro Ricca Rosellini originari di Forlì. Da allora ha navigato nelle acque di Cesenatico e dopo vent’anni è stata donata ai Musei di Forlì, affinché potesse rappresentare un esempio delle barche attrezzate con la vela la terzo, tipiche della marineria del litorale romagnolo. Con l’avvento dei motori entrobordo e fuoribordo, e il divieto di navigare nei porti senza motore, questo tipo d’imbarcazione, purtroppo, era andato scomparendo dalle nostre coste nella seconda metà del Novecento. Il Museo della Marineria di Cesenatico, alla cui nascita contribuì anche Siro Ricca Rosellini come cultore di storia della marineria tradizionale dell’Adriatico, è diventato negli anni il custode indiscusso di queste tradizioni. Per questo, per volontà degli eredi e di Giovanni, è stata chiesta la collocazione della Falcia nella Sezione a terra del Museo della Marineria di Cesenatico.  La Falcia, dunque, conservata all'interno di una delle stanze del Museo Etnografico Romagnolo “B. Pergoli” di Palazzo Gaddi in Corso Garibaldi, è ancora in ottimo stato conservativo, ma ne è preclusa la fruizione al pubblico in quanto il Museo dal 2004 è chiuso.

Il suo trasferimento è inserito all'interno del Progetto “Il Bene culturale crea relazioni” sviluppato dal Comune di Forlì - Servizio Cultura e Musei in collaborazione con il Comune di Cesenatico - Museo della Marineria e alcune scuole forlivesi. Il Museo della Marineria di Cesenatico si è reso disponibile a collaborare al progetto in virtù delle qualificate competenze tecniche e manutentive che possiede al proprio interno. L'esecuzione dell'intervento conservativo consentirà all'imbarcazione di essere nuovamente fruibile al pubblico all'interno di un contesto maggiormente adeguato: il Museo della Marineria.  Peraltro, l'originario proprietario contribuì alla nascita ed al successivo sviluppo del Museo e fu membro del Comitato Scientifico.

Il progetto didattico delle scuole forlivesi riguarda le principali tappe funzionali alla movimentazione della Falcia verso Cesenatico: i bambini di alcune delle classi delle scuole dell'infanzia e della scuola primaria del II Circolo Didattico di Forlì “Federico Fellini” hanno immaginato di aiutare la barca a ritrovare il suo naturale “ricovero” cioè il mare, interpellando, attraverso alcune lettere e disegni le “autorità” e le professionalità disposte a fornire aiuto per “liberarla” approfondendo così i significati ed i valori della conservazione e della tutela del bene culturale. I bambini, dopo aver visitato la barca a Palazzo Gaddi, l'hanno salutata prima della partenza per il Museo di Cesenatico dove è in previsione il deposito temporaneo a seguito degli accordi intercorsi tra le due Amministrazioni e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Nel mese di maggio, le classi si recheranno a Cesenatico dove finalmente potranno ritrovare la “Beppa” nel suo mare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'La Falcia' torna al mare: l'imbarcazione del '49 da Palazzo Gaddi va a Cesenatico

ForlìToday è in caricamento