menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Farmacie pronte allo sciopero. "A rischio i nostri dipendenti"

Pronte allo sciopero le farmacie aderenti all'associazione nazionale Federfarma, programmato per mercoledì 1 febbraio con le dovute attenzioni al servizio ed al cittadino

Pronte allo sciopero le farmacie aderenti all'associazione nazionale Federfarma, programmato per mercoledì 1 febbraio e che coinvolge, con le dovute attenzioni al servizio ed al cittadino, le 87 farmacie aderenti sul territorio di Forlì-Cesena. “Il rischio – spiega il presidente di Federfarma Forlì-Cesena Stefano Pianori - è che il sistema farmaceutico sul nostro territorio sia mandato completamente in crisi.  Si dovranno necessariamente limitare le spese ed in particolare quelle sui servizi e quelle proprio sul personale”.

"L'assemblea nazionale di Federfarma, che si è tenuta a Roma il 20 e il 21 gennaio, scorso ha votato lo sciopero, una votazione per la prima volta all'unanimità - dichiara Pianori – Ci teniamo a sottolineare che anche nel nostro territorio lo sciopero sarà a norma di legge: è stato dichiarato dieci giorni prima e rimarranno comunque aperte le farmacie di turno".

Il presidente poi i motivi della serrata.  "Lo sciopero è contro il decreto delle liberalizzazioni, il quale ha dei punti di crisi piuttosto evidenti e che soprattutto va contro quella che è l'indicazione europea che ha infatti il preciso obiettivo di alzare il numero medio di abitanti per ogni farmacia. Il rischio - continua il presidente - è che il sistema farmaceutico sul nostro territorio sia mandato completamente in crisi. Ad oggi le 87 farmacie aderenti su Forli-Cesena hanno in totale circa 300 dipendenti. Con la modifica del sistema, per evitare il fallimento - conclude Pianori - si dovranno necessariamente limitare le spese ed in particolare quelle sui servizi e quelle proprio sul personale".


Il dottor Stefano Pianori, in qualità di consigliere nazionale di Federfarma, il 20 ed il 21 gennaio ha preso parte al congresso di Roma che, come detto, ha votato all'unanimità l'adesione allo sciopero nazionale di mercoledì 1 febbraio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento