Fermata per un controllo, inizia ad agitarsi: la perquisizione domiciliare fa spuntare la droga. Arrestata una coppia

Nella camera da letto sono stati rinvenuti circa 300 grammi di marijuana in parte già suddivisa pronta per essere ceduta, oltre a tutto il materiale per il confezionamento ed un bilancino di precisione

Martedì mattina i Carabinieri di Forlì hanno arrestato un forlivese di 45 anni, già noto alle forze dell'ordine e in regime di arresti domiciliari per il reato di rapina, e la sua convivente (una forlivese di 40 anni anche in questo caso vecchia conoscenza dei militari) in quanto trovati in possesso di 300 grammi circa di marijuana, suddivisa in più dosi già pronte per essere vendute. Ritrovato anche tutto il materiale necessario per il confezionamento. 

Nel corso di un’operazione finalizzata alla prevenzione ed alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della sezione operativa e radiomobile della compagnia di Forlì dopo avere notato una vettura che stava procedendo con andatura irregolare in direzione del centro di Forlì, hanno deciso di seguirla per poi fermarla poco più avanti. Dopo aver intimato l’alt e fermata la vettura i militari hanno proceduto all’identificazione del conducente che è risultata poi essere una donna forlivese di quarant'anni già nota alla forze dell'ordine. La donna si è subito mostrata particolarmente agitata: a quel punto è scattata la perquisizione sia personale che all'interno dell'autovettura. Lo stato di agitazione della donna è aumentato col passare dei minuti e, considerati i precedenti, si è deciso di effettuare anche una perquisizione domiciliare.

La perquisizione ha dato esito positivo: nella camera da letto sono stati rinvenuti circa 300 grammi di marijuana in parte già suddivisa pronta per essere ceduta, oltre a tutto il materiale per il confezionamento ed un bilancino di precisione. 

Successivamente gli stessi individui sono stati sottoposti ai rilievi foto dattiloscopici e dichiarati in stato di arresto. Informato del fatto anche il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Forlì, Laura Brunelli, che ha disposto per entrambi gli arresti domiciliari presso la stessa abitazione in attesa delle convalide di legge. Nella mattinata di mercoledì presso il Tribunale di Forlì si è svolta l’udienza, che è terminata con la convalida dell’arresto e la conseguente applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari per entrambi, con confisca e distruzione della droga sequestrata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • "Io apro", 30 clienti a tavola. Ristoratore forlivese multato: "Un segnale per smuovere la situazione"

  • Guasto al congelatore dell'ospedale, andate perse 800 dosi del vaccino stoccato a Forlì

  • Meteo, ondata di freddo in arrivo: "Ma non parliamo di gelo. L'inverno continuerà ad essere dinamico"

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

Torna su
ForlìToday è in caricamento