Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Forlimpopoli

La Festa Artusiana celebra i 201 anni di Artusi con una moneta celebrativa del valore nominale di 5 euro

Parte invece da Casa Artusi il nuovo Manifesto della cucina in casa

La Festa Artusiana dedica l’intera giornata di mercoledì alle celebrazioni del bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi (anche se il compleanno è oramai il numero 201). Si parte da un concerto all’alba, si passa attraverso un forum nazionale sulla cucina di casa e l’inaugurazione di una panchina letteraria dedicata, per giungere in serata alla presentazione della moneta celebrativa da 5 euro dedicata alla cultura enogastronomica della regione Emilia-Romagna e alla tappa artusiana del road show gastronomico “Tramonto divino”. La moneta, del valore nominale di 5 euro, presenta una composizione di vari elementi tipici della nostra regione. Durante la Festa, la Zecca dello Stato sarà presente anche con un punto informativo in cui sarà possibile acquistare la moneta celebrativa (che non è di libero corso) a 25 euro.

La giornata dedicata al compleanno di Pellegrino Artusi inizia prestissimo, alle 6, all’Arena Centrale in Piazza A. Fratti con un suggestivo concerto cui faranno da cornice i simboli stessi della storia della città: dal Teatro Verdi al Museo Archeologico, dal Municipio alla Rocca Albornoziana. In scena l'inedito trio composto da Elisa Venturini (flauto), Paolo Benedetti (chitarra) e Vince Vallicelli (percussioni) che reinterpreteranno in chiave originale alcuni grandi classici della musica d'autore contemporanea. Alle 11 a Casa Artusi si terrà il “Forum nazionale della cucina di casa” nel corso del quale, per festeggiare Pellegrino Artusi e la sua opera, verrà dibattuto e condiviso un vero e proprio "Manifesto della cucina in casa" con le Associazioni di tutta l'Italia che promuovono con la loro attività la cultura e i valori della pratica domestica.

“Abbiamo chiamato a raccolta – spiega la Presidente di Casa Artusi Laila Tentoni – le Associazioni impegnate a promuovere la cultura della cucina di casa, del saper-fare e della memoria del cibo come momento di arrivo e di ripartenza. A loro abbiamo sottoposto il documento redatto da Alberto Capatti e Massimo Montanari e ne abbiamo chiesto la condivisione con contributi video che puntualmente sono arrivati. Bellissimi. L’obiettivo di Casa Artusi, con questa iniziativa, è di costruire  un lavoro di rete da percorre insieme sotto la guida di Pellegrino Artusi e della sua intramontabile Scienza in cucina”.

Ad aprire i lavori del Forum, il saluto del sindaco di Forlimpopoli Milena Garavini, a cui seguirà l’intervento introduttivo della presidente di Casa Artusi. Modera l’appuntamento Mattia Fiandaca, gastronomo. In scaletta gli interventi di approfondimento di Alberto Capatti, Massimo Montanari e di Maddalena Fossati, direttrice de La Cucina Italiana, a testimonianza della sinergia con Casa Artusi verso il riconoscimento della cucina di casa italiana come Patrimonio Immateriale Unesco.

Previste inoltre le testimonianze di cucina di casa italiana nel mondo, dal lontano Cile e dall'Argentina ad  esempio di chi racconta con il fare pratico l’identità domestica italiana. A chiudere il saluto di adesione delle Associazioni e delle realtà che fino ad oggi hanno condiviso il Manifesto della cucina in casa. Per tutta la giornata del 4 agosto inoltre sulla pagina facebook di Casa Artusi verranno condivisi i contributi video e le testimonianze delle circa venti realtà a rappresentanza del territorio nazionale.

Il programma della giornata riprende poi nel pomeriggio, alle 17.30 in Piazza Pompilio con l’inaugurazione di una panchina letteraria dedicata ad Artusi: la prima edizione de "La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” diventa un libro aperto sulla piazza. Una vera e propria panchina, da vivere e condividere, a forma di libro aperto su una delle più celebri ricette artusiane: i Cappelletti all’uso di Romagna. Alle 19 all’Arena centrale in Piazza Fratti la presentazione di una nuova moneta appartenente alla serie Cultura Enogastronomica Italiana. L'istituto Poligrafico e Zecca dello Stato ha coniato, nell'ambito di questa serie una speciale moneta dedicata all'Emilia-Romagna che verrà presentata in piazza Fratti. Sarà presente anche il governatore Stefano Bonaccini.

La moneta, del valore nominale di 5 euro, presenta una composizione di vari elementi tipici della nostra regione. Durante la Festa, la Zecca dello Stato sarà presente anche con un punto informativo in cui sarà possibile acquistare la moneta celebrativa. Alle 20, in piazza Garibaldi: “A cena con Tramonto Divino”, il road show del gusto che promuove i vini e i prodotti DOP e IGP dell’Emilia-Romagna. Presente nelle piazze delle città d’arte e della riviera da diversi anni, nel 2020 ha cambiato format e, nel rispetto delle normative sul distanziamento intepersonale, si è trasformato in una vera e propria cena-degustazione con servizio a tavola con l'abbinamento di vini. Ai fornelli lo chef Paolo Teverini dell'Associazione ChefToChef che duetterà con la Maestra di cucina di Casa Artusi Carla Brigliadori, volto noto della trasmissione Rai Geo. Info e prenotazione obbligatoria su https://shop.emiliaromagnavini.it/ Nel corso della serata, infine, proiezioni sui torrioni della Rocca di immagini dei tesori nascosti di Forlimpopoli, città natale del padre indiscusso della cucina domestica italiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Festa Artusiana celebra i 201 anni di Artusi con una moneta celebrativa del valore nominale di 5 euro

ForlìToday è in caricamento