rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca Dovadola

Festa di Benedetta, celebra la messa Oscar Cantoni: è il 21° cardinale che rende omaggio alla beata

Sono innumerevoli gli appuntamenti liturgici proposti dalla Diocesi di Forlì-Bertinoro per la 4° Festa della Beata Benedetta Bianchi Porro, a 59 anni dalla sua morte

Sono innumerevoli gli appuntamenti liturgici proposti dalla Diocesi di Forlì-Bertinoro per la 4° Festa della Beata Benedetta Bianchi Porro, a 59 anni dalla sua salita al cielo. Il momento culminante è in programma lunedì 23 gennaio nella Badia di Sant’Andrea a Dovadola, il luogo dove dal 1969 sono custodite le sue spoglie terrene: alle 11 il cardinale Oscar Cantoni, vescovo di Como, presiederà la Messa solenne, concelebrata da monsignor Livio Corazza, vescovo di Forlì-Bertinoro (che proprio quel giorno ricorda il quinto anniversario della nomina episcopale) e dal parroco di Dovadola, don Giovanni Amati.

Alla liturgia, trasmessa in diretta su Teleromagna e sul sito www.beatabenedetta.org, parteciperanno i parrocchiani, familiari, devoti e amici di Benedetta, che arriveranno da diverse parti d’Italia. Da quest’anno, il 23 gennaio è anche la festa patronale di Dovadola: merito del Consiglio comunale, che ha deliberato all’unanimità il 21 dicembre scorso, previa consultazione con la stessa Diocesi e il “placet” del Vaticano. La chiesa della Badia resterà aperta fino alle 20 per la preghiera dei fedeli. Alle 20.30 è in programma la recita del rosario alla tomba di Benedetta, con diretta sulla pagina Facebook “Il rosario con Benedetta”. Il 23 sarà possibile pranzare al ristorante la “Rosa Bianca” (prenotazioni al 335.7150309).

Celebrata Beata Benedetta Bianchi Porro (22-01-2023)

In preparazione alla festa, domenica, alle 11, viene celebrata una santa messa presieduta dal vescovo Corazza con fiorita dei bambini. Al termine sarà riaperta la “stanza di Benedetta”, opportunamente allestita in una sala accanto alla chiesa, per rendere più agevole l’accesso dei fedeli. Sempre in badia sono disponibili diverse pubblicazioni con testi di Benedetta e testimonianze sulla Beata, oltre al nuovo numero de “L’Annuncio”, notiziario dell’Associazione “Per Benedetta Bianchi Porro”. Il cardinal Cantoni è il 24° “principe della chiesa” che viene a Forlì e il 21° che sale fino a Dovadola per pregare e venerare Benedetta.

Nominato vescovo di Crema il 25 gennaio 2005, è membro della commissione episcopale della Cei per la pastorale vocazionale e i seminari. Dal 2010 è gran priore per l’Italia Settentrionale dell’Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Il 4 ottobre 2016 è stato nominato vescovo di Como e il 27 agosto 2022 creato Cardinale. Dal 13 luglio 2022 è membro del Dicastero per i vescovi. La sepolta viva dovadolese, Benedetta Bianchi Porro, perì neanche 28enne è morta alle 10.40 del 23 gennaio 1964 a Sirmione del Garda, dopo anni di sofferenze indicibili.

“Proprio i suoi studi – si apprende su www.santiebeati.it - le permettono, nel 1957, di riconoscere da sola la natura della malattia che l’aveva intanto resa cieca e progressivamente sorda: neurofibromatosi diffusa o morbo di Recklinghausen”. La Santa Sede ha già avvalorato una guarigione scientificamente inspiegabile avvenuta nel 1986, attribuendola all’intercessione della beata dovadolese: quella del genovese Stefano Anerdi, all’epoca ventenne. Il miracolo avvenne in seguito a una novena di preghiere per intercessione di Benedetta, fatta fare dalla mamma del giovane, mentre lui era in coma all'ospedale dopo un incidente stradale. La donna aveva letto un libro sulla venerabile, uno dei tanti diffusi nel mondo dall’indimenticabile Anna Cappelli, capofila degli Amici di Benedetta: al termine dei nove giorni di preghiere, il ragazzo uscì dal coma tra l'incredulità dei medici e dei familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa di Benedetta, celebra la messa Oscar Cantoni: è il 21° cardinale che rende omaggio alla beata

ForlìToday è in caricamento