rotate-mobile
Cronaca

Festa della donna, Foschi (Confartigianato): "Parità di reddito ancora lontana"

"Il principio di parità retributiva introdotto in Europa più di 55 anni fa con il trattato di Roma è ancora una chimera, anche se il nostro Paese si piazza meglio"

Un aforisma di Oscar Wilde recita “date alle donne occasioni adeguate ed esse possono far tutto”. Oggi le donne dimostrano sul campo le proprie abilità, destreggiandosi tra ostacoli e criticità per conciliare carriera e vita privata, eppure, come evidenziato dalla seconda edizione della giornata europea per la parità retributiva, permangono ancora differenza consistenti nel trattamento economico riservato alle lavoratrici rispetto ai colleghi uomini.

In Europa 97 milioni di donne che lavorano guadagnano in media, nell’arco della vita il 16,4 % in meno degli uomini, una percentuale che nel nostro Paese scende al 5,5%. Chiarisce Fabiola Foschi coordinatrice di Donne Impresa Confartigianato Forlì “il dato rivela che il principio di parità retributiva introdotto in Europa più di 55 anni fa con il trattato di Roma è ancora una chimera, anche se il nostro Paese si piazza meglio di Francia (16%), Germania (23,1%) e Regno Unito (19,5%). Tuttavia non possiamo gioire per il buon posizionamento, se consideriamo il tasso di occupazione femminile in Italia, fermo al 49,5% contro il 62,1% della media europea.” Continua Foschi “la ricorrenza dell’8 marzo deve essere l’occasione per ribadire la centralità del ruolo della donna nella società e non un semplice ricorrenza commerciale. Le statistiche sul lavoro femminile evidenziano le difficoltà che incontrano le lavoratrici a conciliare lavoro e vita privata: molte donne si vedono infatti costrette a fare ricorso a congedi di maternità o a lavorare part-time, quando non addirittura ad abbandonare l’attività.”

Conclude la coordinatrice del movimento “far coesistere carriera e maternità per una donna si traduce in un elevato surplus di lavoro di cura che permane per tutto il corso della vita, obiettivo di Donne Impresa è di tenere alta l’attenzione sulla necessità di introdurre pratiche concrete per favorire le lavoratrici che scelgono di realizzarsi nella professione, pur non rinunciando al proprio privato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della donna, Foschi (Confartigianato): "Parità di reddito ancora lontana"

ForlìToday è in caricamento