Venerdì, 19 Luglio 2024
Diocesi

Si festeggia la Madonna del Carmine: messa solenne col vescovo Corazza e processione in Corso Mazzini

Domenica, alle 11, il vescovo Livio Corazza presiede la messa solenne con il rinnovo dei voti del Terz’Ordine Carmelitano e supplica alla Beata Vergine del Monte Carmelo

Si festeggia la Madonna del Carmine nella chiesa di corso Mazzini. La festa delle comunità carmelitane reca la data del 16 luglio, quando San Simone Stock ricevette il dono dello scapolare (due piccole immagini in stoffa della Beata Vergine, unite da un filo, che vengono poste sulle spalle del fedele). Domenica 14, alle 11, il vescovo Livio Corazza presiede la messa solenne con il rinnovo dei voti del Terz’Ordine Carmelitano e supplica alla Beata Vergine del Monte Carmelo. Sempre domenica, alle 20, dopo la messa celebrata da don Nino Nicotra, seguirà la processione lungo corso Mazzini e il canto delle litanie al rientro in chiesa. Lunedì 15 e martedì 16, giorni in cui è possibile ottenere l'indulgenza plenaria, la preghiera continua con le messe alle 8 e alle 20, con recita del rosario alle 19.30. Mercoledì 17, memoria liturgica delle martiri di Compiegne, si celebrerà messa alle 8. Da domenica 14 a mercoledì 17 luglio compresi, non saranno pertanto celebrate messe a San Mercuriale. 

La chiesa dell'Annunziata, meglio nota come "del Carmine", fu nominata "Monumento Nazionale" dal Governo italiano nel 1914. Continua ad aver bisogno di cure, perciò nei giorni della festa, davanti alla sacrestia, si raccolgono offerte per contribuire alla manutenzione e alla cura del grande luogo di culto. Per la ricorrenza vengono proposti pure due appuntamenti culturali: martedì 16 alle 21, presso l'arena Rocca di Caterina, si terrà "Teresa di Lisieux. In un tranquillo mare tempestoso" opera in musica proposta da "CompagniaBella" in collaborazione con l'Amministrazione comunale e l'associazione Messaggio Musicale Federico Mariotti. Mercoledì 17 alle 21 si svolgerà una visita guidata alla chiesa del Carmine con Silvia D'altri e l'architetto Emanuele Ciani.  La presenza carmelitana a Forlì ha sempre avuto il suo fulcro nella chiesa di Borgo San Pietro, l'odierno corso Mazzini, con una lunga storia che va dal 1347 al 2015, anno in cui i frati abbandonarono il capoluogo romagnolo. Ora il carisma carmelitano è tenuto vivo dal Terz'Ordine di cui Sara Fiorenza è priora diocesana e la chiesa, sontuoso scrigno di bellezza, ha come rettore don Nino Nicotra, parroco del Centro Storico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si festeggia la Madonna del Carmine: messa solenne col vescovo Corazza e processione in Corso Mazzini
ForlìToday è in caricamento