rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
La celebrazione / Bertinoro

Il Rito dell’Ospitalità rende omaggio ai costruttori di pace e al campione Arnaldo Pambianco

Si è svolta nel segno della pace la 96esima edizione della Festa dell'Ospitalità di Bertinoro

L'immagine più significativa? L'abbraccio del Rabbino della Comunità Ebraica di Ferrara e della Romagna Luciano Caro, del vescovo di Forlì-Bertinoro Livio Corazza e del presidente della moschea di Forlì di via Masetti Mohamed Ballouk. Si è svolta nel segno della pace la 96esima edizione della Festa dell'Ospitalità di Bertinoro. Una lunga giornata di festa iniziata alle 10.30 quando, dopo aver raggiunto la piazza al seguito del tradizionale  corteo storico (in partenza alle ore 10 da piazza Garibaldi), i ‘forestieri’ sono stati invitati a scegliere una delle buste appese alla Colonna degli Anelli e scoprire, così, l’identità di chi li ospiterà a pranzo.

L'edizione 2022 del Rito dell'Ospitalità

Fra gli ospiti del Rito, che si sono ritrovati ai piedi della Colonna degli anelli alla presenza del sindaco Gessica Allegni, diverse personalità di spicco, come il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna Giovanni Molari, il vescovo Corazza, il Rabbino Caro, il presidente della moschea di via Masetti, Ballouk. E poi, in ossequio al tema “Ospitare la pace”, scelto come filo conduttore della Festa 2022, ci sono stati i rappresentanti di tante realtà del territorio impegnate a costruire ponti di pace, dal Centro per la Pace “Annalena Tonelli” di Forlì alla Tavola della Pace, da Emergency agli Scout. Insieme a loro anche alcune famiglie ucraine che stanno sperimentando nel concreto l’ospitalità di Bertinoro dopo essere scappate dal conflitto che insanguina il loro Paese.

Durante il Rito dell’Ospitalità è stato dedicato anche un ricordo al campione Arnaldo Pambianco, oltre ad un saluto speciale agli ospiti dei comuni di Kaufungen e Villefranche Sur Saône per i 25 anni di gemellaggio. Al Monumento al Vignaiolo, in largo Cairoli, si è tenuta inoltre la cerimonia di premiazione del Vignaiolo Nuovo, assegnato quest’anno a Simone Fornasari della Tenuta del Gelso. La Festaè proseguita nel pomeriggio con alcuni appuntamenti speciali in piazza della Libertà, fino allo spettacolo finale dei fuochi d’artificio ad illuminare l colle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rito dell’Ospitalità rende omaggio ai costruttori di pace e al campione Arnaldo Pambianco

ForlìToday è in caricamento