menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa per i 30 anni del Movimento per la Vita con l'on. Carlo Casini

Sarà il parlamentare europeo Carlo Casini l'ospite d'eccezione dell'incontro "Sì alla vita da 30, da 25, da 20 anni", in programma lunedì, alle 20.45, nella sala Santa Caterina di via Romanello, 2

Sarà il parlamentare europeo Carlo Casini l'ospite d'eccezione dell'incontro “Sì alla vita da 30, da 25, da 20 anni”, in programma lunedì, alle 20.45, nella sala Santa Caterina di via Romanello, 2. Accanto al politico fiorentino, presidente del Movimento per la Vita italiano, interverranno il presidente del Centro di Aiuto alla Vita Angela Fabbri e il presidente del Movimento per la Vita di Forlì Andrea Taddeo.

L'occasione dell'incontro è data da un triplice anniversario: i trenta, i venticinque, e i venti anni di attività rispettivamente del Movimento per la vita, della Casa di Accoglienza “La Tenda” e del Centro di Aiuto alla Vita. “Le minacce al diritto di esistere - dichiara Angela Fabbri - richiamano ad uno sguardo che dica il valore, la bellezza del vivere e riconosca la dignità della persona”. Sono anni che il Centro di Aiuto alla Vita collabora con il locale Movimento, mettendo in atto varie iniziative culturali e sociali per la promozione e la sensibilizzazione in favore della vita.

“E' un lavoro di gruppo - continua la Fabbri - finalizzato alla promozione di una cultura della vita, dell'accoglienza e dell'uguaglianza nei confronti dei più deboli e indifesi, prima di tutto dei bambini concepiti e delle loro mamme. Le attività principali dell'Associazione “Centro di Aiuto alla Vita” consistono in interventi di sostegno alla maternità, accoglienza in comunità residenziale di gestanti, madri con bambini e minori soli, e in generale in iniziative di sensibilizzazione orientate a promuovere una cultura della vita”. Nell'ultimo anno (dati al 30 novembre 2011) hanno avuto accesso al Cav circa 230 donne, di cui l'80% straniere e il 20% italiane. Fra queste, 92 hanno dato alla luce 57 bimbi.

Un altro dato significativo: “Abbiamo incontrato 7 donne continua la Fabbri - che avevano già fatto richiesta di aborto presso le strutture sanitarie: dopo il colloquio e la proposta di un accompagnamento, e in diversi casi anche di un sostegno economico, 6 di loro hanno deciso di portare a termine la gravidanza”. Il Cav accoglie soprattutto gestanti, in qualsiasi stadio della gravidanza, madri sole e/o nuclei familiari con bambini dalla nascita ai 2 anni di età e oltre.

Gli interventi principali sono: ascolto, offerta di accompagnamento e di sostegno anche attraverso consulenze di tipo legale, e medico-specialistiche, accompagnamento ai servizi esterni riferito soprattutto al disbrigo di pratiche, aiuto e sostegno economico per pagamento affitti, utenze, eccetera, fornitura di materiale prima infanzia e aiuti vari, contributo per latte e pannoloni, fornitura di corredino per neonato e vestiario per le varie età (carrozzine, passeggini, lettini, seggioloni, giocattoli e altro).

Altro tassello fondamentale per il sostegno ai bambini e alle maternità difficili è rappresentato dalla Casa di Accoglienza “La Tenda”: “E' un quarto di secolo - conclude Angela - che accogliamo donne in gravidanza, madri con bambini piccoli e minori temporaneamente privi della famiglia”. In tutti questi anni, la casa ha ospitato 110 bimbi soli e circa 100 mamme. Di queste, 50 hanno partorito nella “Tenda”, illuminando ancor più un mondo già fortemente intriso dell'amore per la vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento