Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

I Tre Giorni del Sangiovese: Predappio brinda all’estate nel segno dell’amicizia

"E' stata un'esperienza molto bella costruire questa grande festa, che ogni anno si arricchisce e si trasforma, con iniziative nuove ed originali", commenta il sindaco Giorgio Frassineti

Foto di Alessandra Salieri

Si avvicina l'evento "clou" dell'estate predappiese. Con i suoi inebrianti profumi, la musica, l'arte, i laboratori e tanto altro ancora Predappio accoglierà i turisti con la tredicesima edizione de "I Tre Giorni del Sangiovese" nel primo weekend di settembre, anticipata da una serie di eventi "Aspettando i Tre Giorni...". "E' stata un'esperienza molto bella costruire questa grande festa, che ogni anno si arricchisce e si trasforma, con iniziative nuove ed originali - commenta il sindaco Giorgio Frassineti -. Con gli amministratori di Castrocaro e Bertinoro insieme abbiamo deciso che dividere le iniziative in programma nel primo weekend di settembre avrebbe potuto avere conseguenze peggiori nel richiamo di turisti. In questo modo si crea invece una grande attrazione. C'è una grande scelta. Unendo tutti gli sforzi offriamo un prodotto interessante, che va oltre i confini locali. L'interesse è alto". "Non c'è competizione. Ognuno mette insieme le proprie particolarità per crescere".

TRE GIORNI DEL SANGIOVESE: LA PRESENTAZIONE VIDEO

A suggellare lo spirito di amicizia e collaborazione, sottolineata dall’immagine del trio artistico dei Grovignani scelta per questa edizione 2018, è anche il gemellaggio tra Sangiovese di Predappio e Albana di Bertinoro, che domenica 2 settembre avverrà a Rocca delle Caminate con un simbolico scambio di bottiglie. "E' una cosa tangibile, che significa che è possibile costruire qualcosa insieme". "Oltre alle undici cantine aderenti all’associazione Terre di Predappio - commenta l’assessore al turismo Gianni Flamigni - hanno parte attiva Slow Food, le Pro Loco di Fiumana e Predappio Alta e tante associazioni locali. Un modello di collaborazione che indica la maturità raggiunta dal nostro territorio - prosegue il vicesindaco Chiara Venturi - ricco di bellezze e potenzialità, che vogliamo condividere e far conoscere ad un pubblico sempre più ampio".

Gli appuntamenti

Il primo appuntamento si terrà martedì alle 21 a Palazzo Varano, con un gustoso picnic nel parco arricchito da una selezione di prodotti del territorio e vini dell’associazione “Terre di Predappio”, assieme alla proiezione del film “C’est la vie - Prendila come viene”, commedia corale diretta da Eric Toledano e Olivier Nakache (costo 6 euro). Mercoledì ci si sposta in piazza Garibaldi dove, dalle 20, va in scena il “Tagliatella Bike”, un mix di sapori tradizionali e attività fisica. A scendere in piazza sono le azdore munite di mattarello, che si confronteranno in una gara di sfoglia all’ultima tagliatella (iscrizione alla gara 2 euro, comprensiva anche di assaggio finale; telefono 0543 921766). Dalla piazza si parte poi per una passeggiata notturna in mountain bike sulle colline predappiesi al calar della sera (costo per l’iscrizione 5 euro, comprensivo di due ristori, assaggio di tagliatelle e acqua; info: 348 2489029).

Giochi, musica e gastronomia sono al centro della giornata di giovedì. Alle 19 in piazza Garibaldi apriranno gli stand curati dal Teatro delle Forchette, “Malti e Bassi” e associazione “Viale/Pescaccia”; alle 20.30 aprirà anche la ludoteca del Centro Giovani Elianto e alle 21.30 è in programma il concerto dei “Meteora”, con musica disco pop anni ’80.  Venerdì “I Tre Giorni” entrano quindi ufficialmente nel vivo, offrendo ai partecipanti la possibilità di acquistare un calice (al costo di 7 euro) per degustazioni libere dei vini dell’associazione “Terre di Predappio”.

La tradizionale cena sotto i portici di piazza Garibaldi, prevista per le 20.30, è quest’anno all’insegna di una specialità simbolo dell’Italia nel mondo, la pizza, in abbinamento ai Sangiovesi dell’associazione “Terre di Predappio”. Impegnati nell’evento “Pizza d’Autore sotto i portici” saranno le pizzerie dell’“Alleanza dei cuochi di Slow Food”: “Barberé Light Pizza & Food” di Castel Maggiore; “’O fiore mio” di Faenza; “Primula Rossa” di Civitella di Romagna e la pizzeria “SP.accio” di San Patrignano di Coriano (cena su prenotazione, 25 euro). Ad allietare la serata sarà la musica dal vivo del gruppo “Punto e virgola”.

Sabato 1 settembre, alle 19, parte invece da piazza Garibaldi la “Cena itinerante con assaggi di Razionalismo” (costo 20,00 euro, su prenotazione), con degustazioni di antipasti, tortelli, spezzatino e dolce presso i luoghi simbolo del Museo Urbano di Predappio, a cura del Gruppo Sportivo di San Savino. In piazza, intanto, attorniata dagli stand con prodotti del territorio, si terrà una “Cena solidale” con prodotti tipici a Km 0 organizzata dalle associazioni del territorio: la Proloco di Fiumana si occuperà della piadina fritta e quella di Predappio Alta dei tortelli della Zolfatara; l’Avis di Predappio presenterà le sue polpettine da passeggio e la Banca del Tempo i dolci di una volta, mentre dalla Protezione Civile arriverà sangria bianca e rossa e dall’associazione “Cani e Bimbi” piadina e non solo, il tutto con concerto del gruppo “The Shotgun blues”, alle ore 21.30.

Nel corso delle giornate di sabato 1 e di domenica 2, alle 15 e 18, sono previsti anche seminari enologici condotti dall’esperto Armando Castagno nel Castello di Rocca delle Caminate, con approfondimenti sul Chianti Classico e la Borgogna, il Sangiovese di Predappio e Chablis (prenotazione obbligatoria al 335 8440104; bertiste@gmail.com). Il gran finale della kermesse di domenica 2 settembre si sposta al castello di Rocca delle Caminate: qui si tiene, infatti, “La Tre Giorni sulla terrazza della Romagna”, con apertura degli stand gastronomici dalle ore 12.00 e il Mercato Contadino di prossimità dalle 15, con prodotti e presidi Slow Food a filiera corta.

Nel corso della giornata sono previsti giochi e animazioni per bambini a cura del Gruppo Scout Predappio 1 e il laboratorio per bambini “La Volpe e l’uva” a cura dei formatori Slow Food Micaela Mazzoni e Matteo Monti, oltre a laboratori sul Sangiovese sempre organizzati da Slow Food e un “Gemellaggio diVino”, con scambio di eccellenze tra Predappio e Bertinoro. In programma, alle 18, c’è anche la presentazione del libro “Primo Novecento e Grande guerra”, con la partecipazione dello storico Mario Proli e del Coro del Gruppo Alpini di Forlì. La serata di chiusura vedrà infine protagonista il gruppo musicale Minor Swinger Gipsy Jazz e, alle 21.30, il Gruppo Astrofili di Predappio, che alle 21.30 proporranno l’evento “Le stelle da Vicino”, osservazione astronomica guidata aperta a tutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Tre Giorni del Sangiovese: Predappio brinda all’estate nel segno dell’amicizia

ForlìToday è in caricamento