Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Festival del Buon Vivere: si racconta il "femminile plurale" con Vandana Shiva e il premio Nobel Amartya Sen

Tra i protagonisti della dodicesima edizione ci sono anche Carlo Cottarelli, Marianna Aprile, Matteo Caccia, Teresa Ciabatti, Cludia De Lillo (Elasti) e Fumettibrutti

Si apre il 9 settembre il sipario sull’edizione 2021 del Festival del Buon Vivere che si svolgerà a Forlì fino al 19 settembre presso l’Auditorium della Chiesa di San Giacomo, l’Arena San Domenico e gli spazi del complesso dei Musei San Domenico. Dopo l’edizione 2020, che si è svolta esclusivamente online, quella del 2021 sarà sia in presenza (seguendo tutte le norme in vigore al momento dell’evento) che online con dirette sui canali social e sul sito web del Festival.

Il primo gruppo di ospiti confermati, che in parte amplia la platea degli ospiti a nuovi personaggi universalmente noti per il loro lavoro sui temi del buon vivere, associa come sempre temi importanti a momenti di intrattenimento, nell’ottica dell’ampia divulgazione dei contenuti. Il tema dell’edizione, Femminile Plurale, è rappresentato molto bene da Vandana Shiva, attivista politica e ambientalista indiana che si è battuta per cambiare le pratiche e i paradigmi nell'agricoltura e nell'alimentazione mondiale che, in collegamento video parlerà del proprio impegno a favore dei valori che sono al centro del buon vivere.

Amartya Sen (in collegamento video a causa delle restrizioni Covid), Premio Nobel per l’economia e filosofo e idealmente ispiratore del Festival, sarà uno dei grandi protagonisti di questa edizione. Confermata anche la partecipazione di Carlo Cottarelli economista, ex direttore del Fondo Monetario Internazionale e, nel 2013 commissario straordinario per la revisione della spesa. Torna a Forlì anche Marianna Aprile, che lo scorso autunno ha condotto gli incontri serali online del Festival, per portare il proprio contributo e per intervistare alcuni delle ospiti che si alterneranno sul palco del San Giacomo. Ritorna anche il conduttore radiofonico Matteo Caccia, narratore appassionato attualmente impegnato nella trasmissione di Radio24 “Linee d’ombra, storie di vizi capitali”.

Grande spazio per le grandi autrici contemporanee, come ad esempio Teresa Ciabatti che con il suo “Sembrava bellezza” edito da Mondadori è rientrata nella dozzina dello Strega. Dopo il forfait forzato di novembre, ha confermato la sua partecipazione Elasti (al secolo Claudia de Lillo) conduttrice radiofonica, giornalista e blogger. Ultimo nome di questo primo gruppo di protagonisti è Fumettibrutti (al secolo Josephine Yole Signorelli), che porterà al Festival il suo contributo di disegnatrice e fumettista. Per accedere agli incontri, come sempre tutti a ingresso gratuito, sarà necessario prenotarsi online dal 23 agosto dal sito Terra del buon vivere ed essere in possesso di green pass.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival del Buon Vivere: si racconta il "femminile plurale" con Vandana Shiva e il premio Nobel Amartya Sen

ForlìToday è in caricamento