rotate-mobile
Cronaca

Fine Ramadan, duemila persone alla festa in moschea. Traffico e sosta regolati dal servizio d'ordine in pettorina

Tante presenza alla preghiera che ha sancito la fine del mese del digiuno. Il presidente Mohamed Ballouk: "Quest'anno sono venute meno persone perchè si è svolta in un giorno lavorativo e infrasettimanale: nel 2023 eravamo oltre tremila"

Erano circa duemila le persone che questa mattina, mercoledì, alla moschea di via Masetti hanno preso parte alla maxi-preghiera della comunità musulmana che ha segnato la fine del Ramadan e del mese di digiuno. I migliaia di fedeli si sono posizionati nel giardino esterno rivolti verso La Mecca alle 7.30 e al termine della preghiera hanno festeggiato con dolci e bevande. Alla cerimonia hanno preso parte anche molti bambini. La cerimonia religiosa non ha risentito di un raid vandalismo islamofobo avvenuto nel cuore della notte.

“Siamo stati davvero fortunati quest’anno perché non ha piovuto e abbiamo potuto pregare all’esterno – spiega Mohamed Ballouk, presidente della moschea di via Masetti -. Eravamo però di meno rispetto ai 3200 dello scorso anno, perché la celebrazione è stata in un giorno lavorativo a metà settimana e non nel week end”.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Quanti bambini erano presenti?
“Circa un centinaio, perché la fine del Ramadan è un momento di festa che viene vissuto da tutta la famiglia. Avevamo preparato 175 pacchetti di caramelle e sono finiti in poco tempo! Al termine della preghiera siamo stati insieme a festeggiare e ognuno ha portato bibite, bevande e dolci fatti in casa o acquistati”.

Ci sono stati problemi alla viabilità visto che si è svolto in un orario in cui nella zona industriale tanti si recano al lavoro?
“No, perché come sempre abbiamo avvisato giorni prima tutte le autorità che sono anche venute a salutarci. Durante l’anno curiamo molto l’organizzazione intorno alla moschea per evitare qualsiasi tipo di disagio ed infatti abbiamo sempre una ventina di persone del nostro servizio d’ordine in pettorina che indica i parcheggi interni ed esterni. Anche oggi avevamo alcuni dello staff che hanno lavorato all’esterno per far andare tutto per il meglio”.

Raid notturno: striscione e offese sui muri vicino alla moschea

Alla preghiera erano presenti fedeli da tutta la provincia?
“La moschea di Forlì è frequentata da persone che vengono da Savignano fino a Faenza oltre che da tutta la provincia, e in tanti vengono perché la trovano bella e la preferiscono ad altre a loro più vicine. Siamo molti contenti di questo e anche del fatto che sia un luogo che coinvolge molte persone anche non musulmane: questo è un nostro obiettivo che stiamo portando avanti per farla diventare sempre più aperta e infatti stiamo organizzando molte attività”.

Quali sono state le ultime vostre iniziative?
“Abbiamo ospitato ragazzi delle scuole medie e anche in futuro ci sarà questa collaborazione e poi grazie a Monsignor Livio Corazza, e a don Enzo Zannoni, siamo andati in carcere per incontrare 96 detenuti, sia cristiani che musulmani, per stare insieme a loro, portando anche indumenti. Credo sia fondamentale fare tutti insieme qualcosa per il bene degli altri, indipendentemente dalla religione: questa è la filosofia che stiamo seguendo”.

Preghiera di fine Ramadan nella Moschea di via Masetti.59(2)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fine Ramadan, duemila persone alla festa in moschea. Traffico e sosta regolati dal servizio d'ordine in pettorina

ForlìToday è in caricamento