Giovani che ce la fanno: due forlivesi si tuffano nel rilancio dell'ex ostello di Bagnacavallo

L’apertura dell'Antico Convento San Francesco andrà da Pasqua a metà ottobre; nel restante periodo dell’anno sarà possibile soggiornare su prenotazione e in occasione delle festività.

Lei è laureata in Comunicazione e Design a Firenze. Lui è architetto ed ex store manager. Fulvia Damiani e Paolo Camprini, forlivesi entrambi trentacinquenni, hanno unito le forze per rilanciare l'ex ostello di Bagnacavallo. Insieme hanno creato una società che si è aggiudicata il bando di affidamento della struttura da parte del Comune di Bagnacavallo, proprietario dell'immobile. L’apertura dell'Antico Convento San Francesco andrà da Pasqua a metà ottobre; nel restante periodo dell’anno sarà possibile soggiornare su prenotazione e in occasione delle festività. 

"Abbiamo scelto come annuncio "Nó arvém. Aperti! Open" perché, partendo dalla tradizione ci vogliamo aprire a un turismo senza confini per far apprezzare la nostra storia e la nostra ospitalità - spiegano Damiani e Camprini -. Punteremo anche molto sulla convivialità: noi saremo sempre presenti per avere un contatto quotidiano con gli ospiti. Inoltre le aperture serali estive daranno la possibilità a tutti di visitare questo luogo così pieno di memoria per assistere a spettacoli o ascoltare musica ma anche soltanto per ammirare la struttura o prendere un caffè".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA STRUTTURA - La struttura è dotata di venti camere ampie e luminose tutte con bagno privato (singole, doppie, per famiglie e multiple con letti a castello), servizio di prima colazione, salette relax, bar, ambienti comuni con servizio wi-fi gratuito e parcheggio riservato.  Inoltre a disposizione degli ospiti c'è parte del suggestivo chiostro del complesso in cui nelle serate estive sarà possibile fruire di un ricco programma di eventi. Dal 13 giugno è prevista infatti tutti i martedì e i venerdì l'apertura serale con Quel che passa il Convento, spettacoli, vino e musica. Inoltre nei mesi di maggio, giugno e luglio ci saranno Cene e week end con delitto, con murder party tra le stanze del convento. Tra le molte novità della struttura ricettiva, da segnalare sei stanze ognuna delle quali è dedicata al territorio o al complesso conventuale in maniera diversa e caratterizzata da colori e arredi ad hoc: Erbe palustri, Melo cotogno, Dolce fico, Vitis 1753, Lunaria e Candida rosa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia: la giornata al fiume finisce in tragedia, muore una ragazza

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Covid-19, tornano ad aumentare i casi attivi: a Forlì due nelle ultime 24 ore

  • Scuole: ragioneria raddoppia le prime, lo Scientifico con una succursale. "Didattica a distanza a rotazione"

  • Fa una gita con gli amici e inciampa in una radice: portata al 'Bufalini' in elicottero

  • Doveva chiudere e invece rilancia: in via Balzella arriva una nuova catena non presente a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento