Coronavirus, focolaio in discoteca: venti giovani contagiati dopo la festa

Prosegue il trend di crescita dei contagiati a Forlì-Cesena, molti dei quali collegati al focolaio della discoteca di Cervia

Ventiquattro persone positive al Covid-19, ventidue in tutto il Forlivese. Prosegue il trend di crescita dei contagiati a Forlì-Cesena, molti dei quali collegati al focolaio della discoteca "Le Indie" di Cervia. Sono già 358 i giovani partecipanti alla festa al locale da ballo rivierasco, svoltasi nella nottata tra il 15 e il 16 agosto, che si sono presentati al drive-through di via Punta di Ferro per sottoporsi al tampone. Le convocazioni da parte dell'Ausl ai richiedenti andranno avanti fino a sabato.

La Prefettura, sulla base dei dati forniti dall'Ausl, ha comunicato i nuovi contagiati: quindici a Forlì, quattordici ragazzi che hanno partecipato al party a "Le Indie", ed uno da tampone su segnalazione del medico di medicina generale, risultato essere un contatto sporadico con caso positivo in un luogo di lavoro a Cesenatico). Collegato al focolaio della discoteca, come annunciato martedì dal sindaco Marianna Tonellato, il nuovo positivo di Castrocaro. Contagiati in discoteca anche un dovadolese, un predappiese e tre meldolesi. A Meldola un altro positivo è emerso da un tampone di controllo all'ingresso in Comunità. In provincia gli altri casi sono stati riscontrati a Roncofreddo (collegato al focolaio de "Le Indie) e a Savignano (contatto stretto con caso positivo). In totale si segnalano due guariti.

In via di massima precauzione, il dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl Romagna ha quindi invitato le persone che erano presenti a quella serata, ad effettuare un tampone gratuito, al fine di verificare l’eventuale positività al coronavirus. "Una misura che ci si riserva di adottare anche qualora dovessero emergere altre situazioni analoghe", è stato evidenziato. Per chiedere il tampone gratuito, che sarà eseguito al drive-through al parcheggio del Palafiera in via Punta di Ferro, è possibile inviare una mail riportando i propri dati anagrafici, il codice fiscale ed un numero di telefono al quale essere ricontattati: per informazioni è disponibile l'indrizzo mail profilassi.fo@auslromagna.it, oppure il numero 338.3045543 dalle 8:30 alle 18. In attesa del responso, 'Ausl Romagna raccomanda ai giovani "di non uscire di casa o frequentare altre persone dopo aver effettuato il tampone al fine di evitare se si è contagiati la diffusione del virus".

La situazione in Regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 31.214 casi di positività, 120 in più rispetto a martedì, di cui 67 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. L’Emilia-Romagna continua a mantenere alto il numero di tamponi giornalieri: mercoledì sono più di 10.700. Dei 120 nuovi casi, 33 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 66 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 10 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è pari a 15. L’età media dei nuovi positivi è mercoledì di 30 anni.

Su 67 nuovi asintomatici, 18 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 44 grazie all’attività di contact tracing mentre 3 casi sono emersi dai test pre-ricovero e 2 non sono ancora noti. Per quanto riguarda la situazione sul territorio, le province che presentano il maggior numero di casi sono Ravenna (24), Bologna (21), Forlì-Cesena (24), Ferrara (14) e Modena (10). A Ravenna e provincia su 24 nuovi positivi in 15 casi si tratta di ragazze e ragazzi che avevano frequentato una discoteca di Cervia nella serata di Ferragosto: era stata la stessa Ausl della Romagna a invitare tutti i partecipanti a quella festa a presentarsi per un test. Dei rimanenti casi, 8 sono contatti stretti di un paziente positivo già noto, mentre 1 nuovo positivo è di rientro dall’estero (Senegal).

Nella zona di Bologna dei 21 nuovi contagi 8 sono persone di ritorno dalla Sardegna e 1 è un loro contatto stretto. Sono 6 i casi classificati come sporadici e 3 i nuovi positivi individuati grazie ai test pre-ricovero negli ospedali; un caso è stato individuato per presenza di sintomi e poi ricondotto a un focolaio già noto, uno grazie ai test epidemiologici sulle categorie più a rischio e uno infine perché contatto di un paziente già noto. A Ferrara su 14 nuovi casi, 3 sono stati individuati grazie agli screening sulle categorie più a rischio, 3 perché contatti stretti di un positivo già noto e 4 sono stati ricondotti allo stesso focolaio familiare dopo che un membro della famiglia ha eseguito un tampone in presenza di sintomi; dei rimanenti, un caso è un giovane contatto di un positivo di rientro dalla Sardegna, un positivo è stato diagnosticato dopo i controlli su chi ritorna dall’estero (Romania), un caso è stato rilevato durante i test pre-ricovero e uno infine dopo essersi sottoposto spontaneamente a un test sierologico.

In provincia di Modena dei 10 casi positivi di mercoledì, 4 sono rientri dall’estero (Albania, Senegal, Grecia e Venezuela), 3 sono stati individuati al ritorno dalla Sardegna, uno è un tampone pre-ricovero, un caso è stato rilevato grazie al contact tracing e uno infine è stato classificato come sporadico. I tamponi effettuati ieri sono 10.757, per un totale di 853.910. A questi si aggiungono anche 1.600 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a mercoledì sono 2.301 (112 in più di quelli registrati martedì). Non si registra nessun decesso in tutta l’Emilia-Romagna

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.203 (+109 rispetto a martedì), il 95% dei casi attivi. Aumentano a 6 (+1) i pazienti in terapia intensiva, e salgono a 92 quelli ricoverati negli altri reparti Covid (+2 rispetto a martedì). Le persone complessivamente guarite sono 24.455 (+8 rispetto a martedì): 25 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.430 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora è ufficiale: da domenica Emilia Romagna in zona gialla. Bar e ristoranti riaprono fino alle 18. Poi solo asporto o consegne a domicilio

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Un alleato contro il Coronavirus? Vitamina D, cos'è e come assumerne di più

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

Torna su
ForlìToday è in caricamento