Cronaca

Vaccinazioni a pieno regime nel forlivese: alte percentuali di prime dosi somministrate

Negli hub di Forlì, Santa Sofia, Modigliana, Rocca San Casciano e Predappio si procede a pieno ritmo

Il 91% dei forlivesi over 80 ha completato il ciclo di vaccinazione anti-covid. E' quanto emerge dall'ultimo bollettino sull'andamento dell'epidemia da covid-19 diramato dall'Ausl Romagna. Negli hub di Forlì, Santa Sofia, Modigliana, Rocca San Casciano e Predappio si procede a pieno ritmo. Oltre l'80% degli over 60 ha ricevuto almeno una dose di vaccino o si è sottoposto alla somministrazione del siero Johnson & Johnson, che richiede un'unica inoculazione: 81% nella fascia 60-69, 88% nella fascia 70-79 e 96% tra gli over 80. E' sopra il 50% la percentuale tra gli over 40, precisamente 56% nella fascia 40-49 e 72% in quella 50-59.

Le percentuali tendono a diminuire per quanto riguarda la somministrazione della seconda, che viene inoculata a circa un mese di distanza dalla prima per quanto riguarda il siero a mRna (Pfizer o Moderna) e tre mesi per il vaccino Astrazeneca: si possono considerare quindi potenzialmente immunizzati il 16% dei cittadini tra i 40 ed i 49 anni, il 40% della popolazione nella fascia 50-59, il 53% dei forlivesi tra i 60 ed i 69 anni, il 47% degli over 70 e il 91% degli over 80.

Per quanto riguarda i giovani, categoria per la quale è destinato il vaccino a mRna, la percentuale di somministrazione della prima dose è sotto il 50%: 44% nella fascia 30-39, 37% in quella 20-29 e 29% in quella 12-19. Il ciclo è già stato completato dal 2% dei ragazzi tra i 12 ed i 19 anni, dal 12% tra quelli della fascia 20-29 e 14% dei forlivesi tra i 30 ed i 39 anni. Al 28 giugno le prime dosi (comprese l'unica inoculazione con Johnson & Johnson) somministrate nei centri vaccinali della Romagna sono state 586.538 (217.140 in provincia di Forlì-Cesena), mentre le seconde dosi 301.231 (108.521). Le dosi somministrate dagli medici di medicina generale sono 49.477 (11.958 prime dosi e 5.881 seconde dosi in provincia di Forlì-Cesena) mentre nelle aziende 3943 dosi.

Restano da vaccinare 1.922 dipendenti dell’Ausl Romagna, su un totale di 20.653. E' del 90,7% la percentuale degli operatori sanitari potenzialmente immune al covid-19: si sono sottoposti alla vaccinazione in 18.263, pari all'88,5% sul totale, mentre coloro che hanno contratto il covid e che devono attendere circa tre mesi per la prima somministrazione del siero anti-covid sono 449. I potenzialmente immuni sono 18.712. Sono 862 gli infermieri o caposala che non si sono vaccinati, mentre i medici suscettibili all'infenzione sono 330. Inoltre non sono ancora immunizzati 138 operatori soci-sanitari, 248 amministrativi, 126 tecnici, 29 tra farmacisti, biologi e psicologi, 10 dirigenti e 9 veterinari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni a pieno regime nel forlivese: alte percentuali di prime dosi somministrate

ForlìToday è in caricamento