menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora imbrattato l'autovelox di via Firenze

Nuovamente imbrattato l'autovelox di via Firenze, a Villa Rovere. Il fatto è avvenuto nel cuore della nottata tra martedì e mercoledì. Ignoti hanno utilizzato della vernice argentata per coprire gli occhi del dispositivo

Nuovamente imbrattato l'autovelox di via Firenze, a Villa Rovere. Il fatto è avvenuto nel cuore della nottata tra martedì e mercoledì. Ignoti hanno utilizzato della vernice argentata per coprire gli occhi del dispositivo. Nei giorni scorsi si era diffuso un certo allarmismo tra i residenti dopo aver notato che all'interno del box metallico era stato riposizionato l'autovelox rimosso tempo fa, con i led accesi della macchina automatica.

In ogni caso, contattata prontamente, la Polizia Municipale aveva smentito categoricamente: "L'autovelox di via Firenze non è funzionante". Il comitato di cittadini di Castrocaro si è incontrato martedì sera per discutere dello spinoso problema. Il primo imbrattamento risale alla notte del 7 ottobre. In quell'occasione la struttura venne attaccata con spray nero e parolacce. Tredici giorni più tardi il dispositivo è stato colorato con della vernice rosa. Il Comune di Forlì ha parlato di rivelatore fisso in regola. In quel tratto vige l'obbligo dei 50 chilometri orari.

Sulla questione sono intervenuti anche i consiglieri comunali del Pdl, Fabrizio Ragni e Alessandro Spada: "Da sempre contrari all’installazione di autovelox fissi, in quanto strumenti utili solo a far cassa per il Comune ma assi poco efficaci in quanto a prevenzione, chiediamo attraverso apposita interpellanza un passo indietro di chi ha deliberato il posizionamento di tali apparecchi, con particolare riferimento all’autovelox di via Firenze a Villa Rovere".

Per gli esponenti del Pdl, "il gravissimo pasticcio che si sta configurando in relazione alla regolarità o meno del suddetto apparecchio evidenzia una chiara incompetenza della Giunta Balzani, pertanto chiediamo al Sindaco di trarne le conseguenze e compiere un gesto significativo in risposta all’evidente gravità della situazione, tranquillizzando altresì tutte quelle persone probabilmente multate ingiustamente. Fin da quando iniziò il dibattito sull’opportunità d’installare autovelox fissi abbiamo manifestato, assieme al consigliere regionale Luca Bartolini, le nostre perplessità e ora i fatti sembrano darci ragione".

Spada e Ragni pretendono "dal Sindaco di sapere, durante il Consiglio comunale di lunedì prossimo, il numero esatto delle multe effettuate con l’apparecchio di Villa Rovere, quanto ha incassato il Comune e quanto ha speso per installarlo, ma soprattutto chiediamo chiarezza una volta per tutte sulla questione che tale autovelox sia in regola con le norme vigenti oppure le stia violando. Appare infatti una contraddizione con le scelte della Giunta Balzani il fatto che l’apparecchio risulti da giorni non operativo. Vogliamo infine sapere se il Comune di Forlì ha provveduto ad accantonare le cospicue somme eventualmente da restituire in caso di esito positivo delle centinaia di ricorsi presentati dai cittadini. In tal caso il municipio forlivese avrebbe speso due volte, per risarcire i cittadini e per l’erronea installazione, dunque chi ne ha deliberato il posizionamento non avrebbe più scusanti".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento