menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbo morto, il nonno rischia l'accusa di omicidio colposo

Potrebbe esser iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo il nonno di Giuseppe Lasi, il bimbo di sette anni morto sabato mattina dopo esser finito venerdì sera nel serbatoio interrato

Potrebbe esser iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo il nonno di Giuseppe Lasi, il bimbo di sette anni morto sabato mattina dopo esser finito venerdì sera nel serbatoio interrato di raccolto liquami che si trova nel casolare di famiglia in via Redefossi, a Carpena. Sabato i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della stazione del Ronco hanno effettuato un sopralluogo insieme al pm Antonio Vincenzo Bartolozzi, che ha aperto l'inchiesta.

Con l'ausilio di una telecamera, gli investigatori hanno ricostruito il percorso del piccolo Giuseppe poco prima che finisse nella cisterna che contiene i liquami per maiali. L'eventuale iscrizione nel registro degli indagati del nonno rappresenterebbe un atto dovuto poiché l'uomo è responsabile dell'azienda agricola. Il nonno è distrutto così come i genitori che non si danno pace per una tragedia assurda.

Lunedì la Procura dovrebbe stabilire la data dell'autopsia. La morte sarebbe avvenuta per anossia e per un blocco cardiocircolatorio. Gli investigatori nel frattempo sono al lavoro per chiarrire come è stata costruita la cisterna e perchè non era adeguatamente coperta all'altezza della spaccatura, dove è finito il piccolo Giuseppe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento