menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forlì-Cesena verso i 400mila abitanti

La Camera di Commercio di Forlì-Cesena ha completato l'aggiornamento di uno dei suoi "tradizionali" strumenti di informazione, che fa parte della serie "Quaderni di Statistica"

La Camera di Commercio di Forlì-Cesena ha completato l’aggiornamento di uno dei suoi “tradizionali” strumenti di informazione, che fa parte della serie “Quaderni di Statistica”: si tratta del “Popolazione 2010”, che riporta le notizie demografiche aggiornate al 31/12/2010. I dati rilevano che sono residenti in provincia di Forlì-Cesena 395.484 persone, con un tasso di crescita pari a 0,8% in diminuzione rispetto al 1,11% del 2009. Uno straniero su cinque è rumeno.


?Diversi sono i titoli di questa serie elaborata sin dagli Anni ’60 dall’Ufficio Statistica e Studi dell’Ente, quali “Popolazione”, “Istruzione e lavoro”, “Attività Terziarie”, “Agricoltura”, “Attività Economiche”, “Attività manifatturiere e costruzioni” e “Commercio estero”, tutti gratuiti, scaricabili anche attraverso Internet, utili per approfondire la conoscenza del territorio a disposizione di chi, dovendo affrontare studi o realizzare progetti e programmi, necessita di una base dati di riferimento. Il confronto nel tempo, fa emergere i mutamenti, anche considerevoli, riguardanti i più rilevanti aspetti della realtà provinciale, che hanno portato alla odierna struttura sociale, oltreché economica, del territorio.


?Il volume appena pubblicato - di cui il formato cartaceo sarà disponibile a breve -, offre un’articolata e puntuale informazione sulla popolazione della provincia. Mediante lo strumento informatico “Demografia Online” database della popolazione che fornisce i dati - consultabile sul sito al medesimo indirizzo - è possibile ricavare gran parte delle informazioni sulla consistenza e dinamica demografica dei 30 Comuni della provincia, informazioni che concorrono a produrre statistiche utili alla comprensione dei fenomeni e delle situazioni locali.


?In particolare all’interno del Quaderno sono descritti il movimento anagrafico della popolazione residente, la popolazione straniera residente, il movimento migratorio all’interno della provincia, con le altre province dell’Emilia-Romagna, con le altre regioni italiane e con l’estero, la popolazione residente per sesso ed età e i principali indici demografici.


?I dati rilevano che al 31 dicembre 2010 sono residenti in provincia di Forlì-Cesena 395.484 persone, con un tasso di crescita pari a 0,8% in diminuzione rispetto al 1,11% del 2009. Il Comprensorio più popolato è quello di Cesena con 207.788 abitanti, contro i 187.696 del Comprensorio forlivese; in diminuzione, rispetto all’anno precedente, i tassi di crescita di entrambi i comprensori (da +0,96% a +0,51% Forlì, e da +1,25% a +1,07% Cesena). ?Uno sguardo alle famiglie residenti che sono, alla fine dell’anno, 166.996 (+1,3% rispetto al 2009), con un numero medio di componenti uguale a 2,37 per famiglia.


?Diminuisce la passività del saldo naturale, pari a –284 (nel 2009 era pari a –371). Il saldo migratorio dato dalla differenza tra iscritti e cancellati è pari a +3.439; il saldo totale della popolazione ammonta a +3.155.
?La parte più consistente del movimento migratorio con le altre province italiane riguarda quelle della nostra regione con il 44% del flusso in entrata e il 49,9% in uscita (saldo: +325 unità).


?Le altre principali regioni di provenienza degli immigrati continuano ad essere, in gran parte come per gli anni passati: Campania (8% del totale), Puglia (7,4%), Lombardia (6,7%), Sicilia (5,8%).


?I Paesi più significativi per flusso d’immigrazione dall’estero sono la Romania (19,9% del totale) e la Cina(10,7%), seguiti da Marocco, Albania, Ucraina, Moldavia e Polonia. I flussi di emigrazione sono, come di consueto, molto più contenuti; il Paese di destinazione col numero più elevato di emigrati dalla nostra provincia è la Romania con 89.


?I cittadini stranieri residenti nella provincia di Forlì-Cesena al 31 dicembre 2010 ammontano a 41.569. Rispetto allo scorso anno l’aumento è stato del +6,9%. La distribuzione per sesso risulta equilibrata, dal momento che i maschi sono il 49,1% del totale (erano il 49,8% nel 2009).?L’incidenza degli stranieri sul totale dei residenti è aumentata, passando dal 9,9% del 2009 al 10,5% di fine 2010. La maggior componente straniera si registra in alcuni comuni del comprensorio forlivese, in particolare a Galeata, dove si tocca la punta massima del 21,7%, a Civitella di Romagna (16%) e a Savignano (14,7%).


?I principali Paesi di provenienza sono: Albania (16,5% del totale dei residenti non italiani), Romania (15,9%), Marocco (14,3%), Cina (7,4%), Bulgaria (4,8%), Polonia (4,5%).
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento