rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Forlì dice addio all'ex consigliere regionale, intellettuale cattolico e pioniere dell'università

Il decesso è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì nella sua casa forlivese. Ne tratteggia la figura il giornalista Alessandro Rondoni

E' morto a 90 anni il docente universitario Gianfranco Morra. Il decesso è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì nella sua casa forlivese. Ne tratteggia la figura il giornalista Alessandro Rondoni: "Grande sociologo, è stato un accademico che ha dato tanto alla comunità, all’Alma Mater, e anche all’Università a Forlì con i suoi acuti giudizi e appassionata lungimiranza. Era un intellettuale rigoroso, curioso di tutto, brillante nelle conversazioni e nei convegni, dotato di intelligenza e ironia e sapeva affascinare pure i suoi studenti. Con la sua intensa attività culturale ci ha aiutato ad attraversare il secolo e il millennio, in un confronto continuo con la società e la sua evoluzione. Come sociologo era infatti un profondo conoscitore delle dinamiche umane e sociali".

Morra ha contribuito alla nascita e allo sviluppo dell’Alma Mater in Romagna nella sua fase fondativa, nel suo ruolo di preside di Scienze Politiche a Forlì. "Affascinante divulgatore, ha offerto giudizi in dibattiti pubblici, alcuni dei quali ho avuto il piacere di moderare. Intervenne anche ad un incontro di presentazione della mia candidatura a sindaco di Forlì nel 2009 e ricordo i suoi consigli e giudizi. Il prof. Morra fu lui stesso candidato ed eletto consigliere regionale in Emilia-Romagna nel 1995", sempre Rondoni. Rondoni ricorda anche "la sua passione per l’arte e i tanti rapporti e relazioni con personaggi locali e nazionali. Si rivelò proficuo pure il confronto col sacerdote forlivese don Francesco Ricci sulla profetica elezione di Giovanni Paolo II, sulla transizione dell’Est Europa e la lotta per la libertà nei regimi comunisti di allora, contro ateismo e totalitarismo. Nel 2010 lo intervistai sull’Europa e le sfide della post modernità per Il Nuovo Areopago dove furono pubblicati altri suoi testi su don Sturzo, Solidarnosc e Benedetta Bianchi Porro. Anche la rivista Studi Cattolici gli aveva dedicato recentemente, per i suoi 90 anni, un tributo culturale, riprendendo la sua storia, il suo libro “Atlante della filosofia. Il pensiero occidentale dalla A alla Z” e diversi interventi di personaggi, fra cui il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, Marcello Pera, Lorenzo Ornaghi, Carlo Galli, Sergio Belardinelli, Giuseppe Ghini, Guido Gilli, Leonardo Allodi, Igino Zavatti, oltre a un mio contributo".

Morra lascia le figlie Licia, docente a Bologna, ed Elena, insegnante al Liceo Scientifico, dirigente scolastico alla scuola La Nave e consigliere comunale, i generi e i nipoti. Morra qualche anno fa aveva perso la moglie Maria Luisa Giardini, docente alle scuole superiori. Il funerale si svolgerà lunedì 31 maggio alle ore 15 nella chiesa del Suffragio.

Lo ricorda anche l'amministrazione comunale: "La notizia della scomparsa del professor Gianfranco Morra suscita nell'Amministrazione comunale di Forlì sentimenti di profondo dolore. Docente universitario ed intellettuale di rango, il professor Morra ha affiancato all’autorevolezza professionale in ambito di studi sociologici, un solido percorso umano fatto di impegno civico, politico e culturale fortemente radicato nella fedeltà ai valori cattolici. Ne ricordiamo il carattere forte, le prese di posizione decise e l’impegno costante nei dibattiti su scala territoriale, a cominciare dal progetto dell’Università in Romagna. Di questa sua propensione a tenere in collegamento la dimensione locale con una visione più ampia, capace di rapportarsi anche con le grandi questioni nazionali e internazionali, diede prova anche durante il mandato di Consigliere Regionale iniziato nel 1995. In questo momento di costernazione mi rendo testimone dell'affetto e della stima da parte della Città di Forlì stringendo in un affettuoso abbraccio i suoi Cari, in particolare le figlie Elena e Licia e alle loro famiglie. Insieme a loro condividiamo il lutto con i suoi tanti studenti, con coloro che lavorarono con lui e con gli amici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì dice addio all'ex consigliere regionale, intellettuale cattolico e pioniere dell'università

ForlìToday è in caricamento