menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forlì e Qatar: continua la collaborazione sulle apnee notturne

Forlì e Qatar sempre più vicini nel segno della lotta alla patologia Osas. Claudio Vicini e Filippo Montevecchi,si sono recati per la terza volta al "Rumailah Hospital" di Doha

Forlì e Qatar sempre più vicini nel segno della lotta alla patologia Osas. Nei giorni scorsi, infatti, il prof. Claudio Vicini, direttore dell’U.O. di Otorinolaringoiatria dell’Ausl di Forlì, e il dott. Filippo Montevecchi, della medesima unità, si sono recati per la terza volta al “Rumailah Hospital” di Doha per un nuovo stage clinico-chirurgico in ambito Osas (sindrome da apnea ostruttiva del sonno) e per definire l’organizzazione sia dell’attività convegnistica sia dei corsi di chirurgia robotica otorino rivolti agli specialisti dei paesi del Golfo e del Sud-Est Asiatico, in programma nel novembre del prossimo anno e affidati, per quanto riguarda la docenza, ai professionisti forlivesi.

Quello a Doha è stato, quindi, un soggiorno di intenso lavoro per il prof. Vicini e il dott. Montevecchi che, hanno effettuato prima ambulatorio, con ben 55 visite in appena 3 giorni, e poi affiancato gli specialisti locali negli interventi per patologia Osas, utilizzando tutte le tecniche ronco-chirurgiche oggi disponibili, compresa quella robotica. «Uno dei principali obiettivi del nostro viaggio era completare la formazione degli otorini del “Rumailah Hospital” – commenta il prof. Vicini – da questo punto di vista siamo molto soddisfatti, sia perché le lezioni teoriche e pratiche sono state molto partecipate sia perché è cresciuta sensibilmente la percentuale di procedure chirurgiche effettuate autonomamente dai colleghi, sotto la nostra supervisione: quello cui puntiamo è renderli del tutto indipendenti».

Oltre all’ambito clinico, i due otorini forlivesi sono stati coinvolti nella pianificazione della futura attività convegnistica Orl nel Golfo. «Ci siamo confrontati con il “Qatar Science and Techonology Park” per organizzare, nel novembre 2012, una convention dedicata alla roncologia aperta a tutti gli specialisti del Golfo – rivela il prof. Vicini – abbinato a tale evento, organizzeremo un corso pratico di chirurgia robotica di cui il dott. Filippo Montevecchi, la dott.ssa Giulia Tenti, della mia unità, ed io saremo i docenti».

Nel precedente viaggio in Qatar, infatti, i due professionisti forlivesi avevano ottenuto il coordinamento dei corsi di chirurgia robotica otorino che il “Quatar Science and Techonology Park” intende organizzare per i professionisti dei paesi del Golfo e del Sud-Est Asiatico.

«Il “Qatar Science and Techonology Park” è una struttura avveniristica che vanta tecnologie avanzatissime – rivela il prof. Vicini – All’interno dell’area di chirurgia robotica di questo polo, vi sono ben due robot da Vinci, utilizzati esclusivamente per fini didattici e di ricerca. Visto che nell’intero settore medio-orientale non esistono strutture simili, si è pensato di tenere qui corsi di chirurgia robotica Orl per il personale medico-infermieristico interessato, e il coordinamento dell’iniziativa è stato affidato a noi».


L’U.O. di Otorinolaringoiatria dell’ospedale “Morgagni-Pierantoni”, d’altronde, è stata una delle prime a cimentarsi in questo campo, divenendo un punto di riferimento internazionale, in particolare per quanto riguarda il trattamento delle apnee notturne ostruttive, settore in cui detiene, ora, la leadership mondiale, con un centinaio di casi trattati attraverso la tecnica TORS (“Transoral Robotic Surgery”) base-lingua, messa a punto dallo stesso prof. Vicini, in una casistica di oltre 130 pazienti complessivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento