menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'educazione stradale arriva sui banchi della media Palmezzano

"Insieme per l'Educazione Stradale". Si chiama così il progetto nato su proposta dello staff insegnanti della scuola media Palmezzano e dell'ex dirigente Stefania Rossi, ora preso in eredità progettuale dal nuovo dirigente Fabio Gramellini

"Insieme per l'Educazione Stradale". Si chiama così il progetto nato su proposta dello staff insegnanti della scuola media Palmezzano e dell'ex dirigente Stefania Rossi, ora preso in eredità progettuale dal nuovo dirigente Fabio Gramellini. L'obiettivo è quello di dare una forte impronta educativa ai bambini, per far sì che attraverso l'educazione stradale stessa si possa arrivare ad una più ampia educazione alla convivenza civile e alla cittadinanza.
 
"Ies" punta a diventare un importante punto di riferimento per tutti gli istituti scolastici della città di Forlì per gli anni a venire. Il progetto vede coinvolte le più alte cariche istituzionali cittadine (Comune di Forlì, Aci, Polizia Municipale) e partners importanti come la multinazionale Pirelli e Daniele Carloni di Iperpneus di Forlì che doteranno i 250 alunni delle classi prime coinvolti di un kit didattico ciascuno composto da: caschetto protettivo da ciclista, chiavetta USB da 4gb con tutta la documentazione audio\video delle attività, un pieghevole con le principali regole della strada, un cappellino e alcuni accessori utili alla sicurezza.
 
Nella scuola ed in tutte le classi verranno esposti 50 manifesti riguardanti i principali segnali stradali. Ogni alunno verrà dotato inoltre di un blocchetto di sanzioni da comminare al genitore indisciplinato, ciò per accrescere ancora di più nei ragazzi il senso civico e di regole specifiche. Ogni insegnante della scuola, in modo trasversale, attuerà una piccola parte di progetto all'interno della propria materia curricolare (per italiano la lettura dei segnali stradali e verifiche in itinere; per scienze gli infortuni in strada; per educazione fisica la simulazione del percorso in bicicletta; per Tecnica la manutenzione del mezzo).

Menzione a parte la materia "Arte e immagine", che provvederà alla personalizzazione da parte degli alunni, attraverso disegni creativi, i caschetti ricevuti istituendo un premio dedicato ad Alice Valenti, alunna della scuola Palmezzano deceduta in un tragico incidente alcune anni fa in Viale Roma anni mentre attraversava sulle strisce pedonali. Le 3 migliori opere saranno votate dagli alunni di 2a e 3a media in modo da rendere assolutamente pura e genuina l'elezione del miglior caschetto che verranno premiati nella festa finale.
 
L'attività con gli alunni avrà come fulcro l'intervento della Polizia Municipale e dell'ACI provinciale che terranno lezioni teoriche (presso la scuola) e pratiche (presso il Parco della Resistenza - Forlì) nel "pistino" didattico presente nella struttura che verrà rispristinato dal verde pubblico del Comune di Forlì su biciclette offerte dagli sponsors. Il tutto verrà coordinato dai due insegnanti referenti, Marco Susanna e Simonetta Polato, che supporteranno l'organizzazione delle fasi teorico\pratiche e di documentazione audio\video.

Vi saranno inoltre incontri con i genitori sulle tematiche affrontate dai loro figli presso i locali della scuola durante l'anno scolastico. Nel mese di maggio vi sarà la festa conclusiva in Piazza Saffi alla presenza degli alunni in bicicletta e delle più alte cariche istituzionali della Città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento