menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Influenza, al via la campagna di vaccinazione per 50mila persone

Si aprirà la prossima settimana la campagna di vaccinazione contro l'influenza stagionale, promossa dal Servizio Sanitario Regionale, per proteggere le categorie a rischio

Si aprirà la prossima settimana la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale, promossa dal Servizio Sanitario Regionale. Per proteggere le categorie a rischio, quest’anno l’Ausl di Forlì ha ordinato 50.780 dosi di vaccino, messo a punto tenendo conto delle indicazioni dell’Oms e comprendente i tre ceppi virali che hanno circolato nella precedente stagione: ceppo A/California/7/2009 (H1N1), ceppo A/Perth/16/2009 (H3N2), ceppo B/Brisbane/60/2008.

Per chi è gratuita e consigliata la vaccinazione
La vaccinazione è inoltre raccomandata e gratuita per alcune categorie professionali quali i medici e il personale sanitario di assistenza (per ridurre il rischio di trasmettere l’infezione ai degenti nei reparti e nei servizi dove esercitano la propria attività), le persone occupate in servizi essenziali di pubblica utilità (ad esempio scuola, forze dell’ordine, vigili del fuoco, trasporti, ecc.) o a contatto con animali per motivi professionali, per i donatori di sangue e per le donne che all’inizio della stagione influenzale si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza.  

Dove e quando si fa
La somministrazione ai soggetti ultrassessantacinquenni e agli adulti con patologie croniche sarà a cura, in gran parte, dei medici di medicina generale, mentre i bambini con malattie croniche verranno vaccinati dalla Pediatria di Comunità, anche attraverso chiamata attiva degli interessati. Gli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo, il personale che lavora negli allevamenti e nei macelli e i donatori di sangue potranno rivolgersi, invece, al Servizio di Igiene Pubblica dell’Ausl di Forlì. Le unità operative ospedaliere di Emodialisi e Malattie Infettive si faranno carico di somministrare direttamente il vaccino antinfluenzale ai propri pazienti. Infine, per il personale sanitario e di assistenza di ospedali e servizi sanitari dell’Ausl, dell’ Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (Irst), e dell’ospedale privato Villa Serena-Villa Igea, saranno le strutture di appartenenza a definire le modalità organizzative. Chiaramente, può vaccinarsi anche chi non rientra nelle categorie a rischio, acquistando il vaccino in farmacia con ricetta medica e rivolgendosi poi al proprio medico per la somministrazione. Il costo va dai 7 agli 11 euro. Il periodo più opportuno per effettuare la vaccinazione va dal mese di novembre a tutto dicembre, visto che in Emilia Romagna l’epidemia stagionale evidenzia picchi di incidenza tra fine gennaio e fine febbraio.

Effetti
L’obiettivo della strategia vaccinale non è prevenire l’influenza nella popolazione generale, bensì ridurre il rischio di complicanze, ricoveri e decessi, che sono più frequenti, appunto, nelle persone anziane e nei soggetti di tutte le età che soffrono di malattie croniche dell’apparato respiratorio, dell’apparato cardio-circolatorio, del fegato, dei reni, del sangue o con tumori.

Come evitare il contagio
Durante la stagione influenzale, per limitare il contagio, occorre rispettare anche alcune semplici misure di protezione personale e di precauzione: coprirsi naso e bocca ogni volta che si starnutisce o tossisce e poi lavarsi le mani; soffiarsi il naso con fazzoletto monouso, gettarlo e quindi lavarsi le mani. In caso di sintomi  influenzali, infine, è bene rimanere a casa e limitare i contatti con altre persone.

Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonando allo Sportello della prevenzione del Dipartimento di Sanità Pubblica (tel. 0543 733564) attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00, il giovedì anche dalle 14:30 alle ore 17:00. E’ inoltre disponibile il numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033, nei giorni feriali dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 13.30.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento