menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commemorazione defunti, una Santa Messa per i bambini morti prima di nascere

Era un appuntamento al quale non voleva rinunciare, ma il primo novembre del 2007 don Oreste Benzi dovette cedere all’ordine tassativo del medico che lo obbligava a stare a riposo

Era un appuntamento al quale non voleva rinunciare, ma il primo novembre del 2007 don Oreste Benzi dovette cedere all’ordine tassativo del medico che lo obbligava a stare a riposo e così, quella volta, dovemmo fare a meno di lui per la preghiera dedicata ai bimbi non nati presso il Cimitero Monumentale di Forlì, un appuntamento che l’Associazione “Comunità Papa Giovanni XXIII” (APG23)  propone ormai da anni, a Forlì come in molte altre zone d’Italia.

Don Oreste concluse la sua vita terrena la notte successiva. In tutta la sua vita si è speso per dare voce agli ultimi e ai piccoli: e chi è più indifeso, più piccolo di un bimbo nel grembo materno che vede negato il basilare diritto alla vita? Don Oreste ha dato inizio a diverse modalità d'incarnare il carisma fondato sulla "condivisione diretta della vita con la vita", anche a Forlì – dove dal 1991 sono attive case famiglia, in cui il cuore di una mamma e di un papà rigenerano nell’amore adulti e bambini, una “Capanna di Betlemme” per accogliere persone in stato di estrema povertà e senza fissa dimora, comunità terapeutiche per il recupero dei tossicodipendenti ed il “Villaggio della gioia”, che rivolge una particolare attenzione alle famiglie in difficoltà.

Tra le varie attività svolte, il “Servizio Maternità Difficile”, in rete con altre associazioni e con le istituzioni forlivesi (riunite in un protocollo, operativo già da sei anni) propone un sostegno di tipo relazionale, psicologico ed economico alle donne che, nonostante problemi di varia natura, vogliono proseguire la gravidanza, garantendo loro anche la possibilità di accoglienza in famiglie o case famiglia. Inoltre APG23 promuove il diritto alla vita fin dal suo concepimento nonché il rispetto delle spoglie dei piccoli morti prima di nascere.

Proprio a questo proposito e sulla scia di quell’ ultimo appuntamento mancato da don Oreste nel 2007, la Comunità Papa Giovanni XXIII vuol essere presente, anche quest’anno, a Forlì, per pregare insieme per tutti i bimbi che sono saliti al Padre prima di vedere la luce.
L’appuntamento è per venerdì, alle ore 11 nella Chiesa del Cimitero Monumentale. Sono invitati tutti coloro che hanno a cuore questi piccoli e in particolare i genitori che hanno perso il loro bambino prima della nascita. Verrà posta una corona di fiori bianchi sul terreno che ospita le spoglie dei bimbi, in loro memoria.

La Santa Messa - celebrata da don Mino Flamigni - al Cimitero monumentale sarà un’occasione per pregare insieme, ringraziando il Signore per tutto il bene che ha compiuto attraverso don Oreste, “infaticabile apostolo della carità”, in occasione del sesto anniversario della sua salita al Padre: da segnalare a tale proposito che a Civitella, nella Parrocchia di San Michele, è stata inaugurata la mostra “Don Oreste Benzi: amare sempre”, che con numerosi pannelli fotografici ripercorre la vita del sacerdote riminese per il quale è stata avviata nel 2012 la causa di beatificazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento