Famiglia intossicata dal monossido di carbonio, paura in centro

Intossicati dal monossido di carbonio. E’ quanto accaduto nel cuore della nottata tra giovedì e venerdì ad una famiglia residente a pochi passi dal centro di Forlì, in corso Garibaldi

Intossicati dal monossido di carbonio. E’ quanto accaduto nel cuore della nottata tra giovedì e venerdì ad una famiglia residente a pochi passi dal centro di Forlì, in corso Garibaldi. L’allarme è scattato poco prima delle 2. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del comando di viale Roma, che hanno soccorso la famigliola composta da madre, padre e due figli minorenni. Tutti sono stati trasportati all’ospedale di Ravenna per il trattamento nella camera iperbarica.

Le loro condizioni di salute non destano preoccupazioni. Al vaglio del personale del “115” le possibili cause che hanno sprigionato il gas tossico. Non è da escludere l’ipotesi di una fonte di riscaldamento, accesa per fronteggiare il freddo particolarmente pungente della notte. Una situazione particolarmente rischiosa, ma ha avuto un lieto fine grazie ad un membro della famiglia che si è accorto della puzza nonostante il sonno. 

Potrebbe interessarti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Aperitivi a Forlì: 5 locali per un happy hour all'aria aperta

  • Niente aria condizionata in casa? Ecco 5 consigli per non sentirne troppo la mancanza

  • Sfratto per gli scarafaggi: come allontanarli da casa una volta per tutte

I più letti della settimana

  • Liceo Scientifico, una vacanza oltre l'8 per 370 studenti: l'elenco dei bravissimi

  • Arrivano le prime bollette di Alea, ma in molti ancora non vedono il risparmio: ecco i motivi

  • In preda all'alcol litiga con la madre e poi si lancia dalla finestra di casa: è in prognosi riservata

  • Tempo di pagelle per gli studenti del "Liceo Classico": oltre 300 i bravissimi con la media superiore all'8

  • Incidente nel pomeriggio sul tratto forlivese dell'A14: lunghi incolonnamenti

  • Saldi estivi, quando iniziano? I consigli per evitare fregature

Torna su
ForlìToday è in caricamento