Cronaca Spazzoli / Piazzale della Vittoria

Anziano massacrato di botte, preso il responsabile. Aveva già aggredito una vigilessa

E' noto alle forze dell'ordine per reati contro la persona e il patrimonio. "Un soggetto pericoloso", dicono gli inquirenti. Che era già stato arrestato lo scorso maggio per aver picchiato una vigilessa in piazza

E' noto alle forze dell'ordine per reati contro la persona e il patrimonio. "Un soggetto pericoloso", dicono gli inquirenti. Che era già stato arrestato lo scorso maggio per aver picchiato una vigilessa in piazza e rimesso in libertà dopo esser stato condannato. E' un 42enne senza fissa dimora, l'uomo che nella nottata tra lunedì e martedì ha massacrato di botte un anziano di 75 anni in piazzale della Vittoria, nei pressi del Parco della Resistenza.

Ad arrestarlo sono stati giovedì pomeriggio gli agenti della Squadra Mobile di Forlì, diretti dal dirigente Claudio Cagnini, che ha condotto le indagini con una squadra composta dal persona della Sezione Reati contro la persona e della divisione Antidroga. Gli inquirenti hanno batutto tutte le piste, toccando gli ambienti della tossicodipendenza e dei senza tetto. Fondamentale è stata la segnalazione di un cittadino anonimo.

Quest'ultimo da una cabina telefonica ha riferito di non aver visto la scena dell'aggressione, ma che a picchiare selvaggiamente l'anziano (procurandogli diverse fratture al volto, ematomi su tutto il corpo, la perdita di un dente e lesioni alle costole) era stato un "soggetto violento, col braccio fasciato". Gli investigatori prima di tutto hanno ascoltato la versione dei fatti fornita dalla vittima, dimessa dall'ospedale dopo un le prime cure del caso al volto.

Il malcapitato ha spiegato che stava passeggiando lungo Corso della Repubblica con un giovane universitario, quando è stato avvicinato da quello che da li a poco sarebbe stato il suo aggressore, dicendo di "lasciar star suo nipote". Il ragazzo non era un familiare dell'individuo. Dopodichè ha riferito di esser stato inseguito dal soggetto fino in piazzale della Vittoria, dove è stato derubato dei pochi spicci che aveva (due euro e cinquanta centesimi).

Poi le botte, con il 42enne che ha infierito sull'anziano con calci e pugni. Nel pestaggio il 75enne nè è uscito col volto tumefatto, irriconoscibile, giudicato da una prima prognosi dei sanitari del "Maurizio Bufalini" di Cesena guaribile in quarantina di giorni. Sostanzioso il lavoro del team di agenti che ha collaborato nelle indagini.

Uno dei poliziotti, benchè libero dal servizio, durante un giro in centro ha intercettato un soggetto con la fasciatura al braccio, richiedendo l'intervento dei colleghi della Volante per l'identificazione. La fotosegnaletica, già a disposizione della Questura, è stata mostrata all'anziano, che ha subito riconosciuto il suo assalitore. Giovedì pomeriggio l'epilogo, con il 42enne che è stato bloccato mentre passeggiava al Parco Urbano dopo esser stato riconosciuto da un agente che si trovava nell'area verde per correre.

Fin da subito ha collaborato con gli investigatori, affermando di aver alzato le mani perchè infastidito da alcuni comportamenti dell'anziano. Come elementi probatori sono stati sequestrati anche gli indumenti che il 42enne indossava al momento del sanguinoso episodio. L'uomo è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria con le accuse di lesioni gravi aggravate e rapina. Ora è in carcere a disposizione della magistratura.

Non è la prima volta che il 42enne deve fare i conti con la giustizia. Nel suo curriculum criminale ha infatti precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio. Recentemente era già finito dietro le sbarre per aver aggredito in centro una vigilessa durante una sorta di regolamento di conti per questioni sentimentali con un coetaneo. Per gli inquirenti si tratta di "un soggetto pericoloso", abituato ad atteggiarsi in modo violento. Negli ambienti da lui frequentati già si vantava del pestaggio di martedì notte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano massacrato di botte, preso il responsabile. Aveva già aggredito una vigilessa

ForlìToday è in caricamento