menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La piantagione di marijuana sequestrata dai Carabinieri (Foto Frasca)

La piantagione di marijuana sequestrata dai Carabinieri (Foto Frasca)

Gigantesca piantagione di marijuana, arrestato barista

Gigantesche piante di marijuana sequestrate dai Carabinieri. A prendersene cura era un barista forlimpopolese di 48 anni, Alessandro Leoni, già arrestato sei anni fa per simili precedenti

Gigantesche piante di marijuana sequestrate dai Carabinieri. A prendersene cura era un barista forlimpopolese di 48 anni, Alessandro Leoni, già arrestato sei anni fa per simili precedenti. L’individuo è stato pedinato dall’inizio di agosto, quando i militari della stazione di Castrocaro, capitanati dal maresciallo Stefano Borreca, hanno scoperto la piantagione di marijuana a Pieve Salutare in un’area incolta demaniale a ridosso del fiume Montone.

LA PIANTAGIONE Erano ben 39 le piantine di marijuana di cui si occupava Leoni. Di buon mattino, quasi quotidianamente, il 48enne si alzava col sorgere del sole per innaffiare e concimare le sue “creature”. In poche settimane, grazie alle buone condizioni meteo, le piantine si sono irrobustite, raggiungendo un’altezza di circa tre metri. Mercoledì mattina i militari, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno deciso di fermare il “pollice verde”.

ARRESTO L’uomo si è giustificando dicendo di trovarsi in zona per una passeggiata, mostrando anche una borraccia ed una bussola. Ma la versione non ha retto dopo che i militari hanno mostrato all’individuo tutto l’occorrente che poteva tornargli utile per permettere alle piante di crescere forti e robuste come fertilizzante, una tanica per l’acqua, due maceti e un coltello.

ACCUSE La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di trovare materiale per il confezionamento, bilance e 3 semi di canapa indiana. Per il 48enne si sono aperte le porte del carcere della Rocca con le accuse di coltivazione di sostanze stupefacenti, porto di oggetti atti ad offendere oltre all’appropriazione indebita del terreno demaniale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento