menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forlì premiata da Legambiente per la raccolta porta a porta

La quarta edizione di "Comuni Ricicloni Emilia-Romagna" promossa da Legambiente premia quest'anno il Comune di Forlì per il progetto di raccolta domiciliare dei rifiuti.

La quarta edizione di “Comuni Ricicloni Emilia-Romagna” promossa da Legambiente premia quest’anno il Comune di Forlì per il progetto di raccolta domiciliare dei rifiuti. L'anno scorso tra i premiati era stato il Comune di Forlimpopoli. Ne do notizia il consigliere regionale del Pd, Thomas Casadei: “E’ un importante riconoscimento che conferma la qualità del progetto che si inserisce coerentemente nell’ambito delle direttive europee”.

“L’impegno del Comune di Forlì non si limita poi ad organizzare un sistema efficiente di raccolta domiciliare, ma si articola in azioni concrete su vari fronti con l’obiettivo di incidere anche sui comportamenti dei singoli e delle aziende nell’ottica di realizzare un grande e ambizioso traguardo: la “società del post-incenerimento”.In questa direzione va anche il sostegno alla Legge di iniziativa popolare per il riordino della gestione dei rifiuti, volta ad introdurre un meccanismo di fiscalità ambientale ("chi più inquina più paga") e a sostenere i servizi di raccolta domiciliare e di riuso e riduzione dei rifiuti, in quanto servizi essenziali per la comunità”.


“Altrettanto significativo e in sintonia con questi obiettivi è pure il progetto di realizzazione nel nostro territorio di un distretto del riciclo che potrà fornire importanti opportunità di lavoro e sviluppo economico per aziende e imprenditori che vogliano cogliere la sfida dell’innovazione in un settore che in altre realtà, come in alcune aree del Veneto, ha già portato a risultati molto interessanti e positivi.L’auspicio è che dopo Forlimpopoli, che fu pionere della raccolta domiciliare alcuni anni or sono, Bertinoro e Forlì, altri Comuni intraprendano quanto prima questo percorso, confortati dai riscontri positivi ottenuti e sostenuti dalle buone prassi già messe in atto ma soprattutto per costruire un grande distretto territoriale forlivese e, perchè no, romagnolo che faccia dei rifiuti una risorsa e degli stili di vita virtuosi un esempio di cittadinanza attiva e di servizio all'intera comunità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento