rotate-mobile
Cronaca

Forlì racconta il tema della violenza alle donne

Tanti gli eventi e le iniziative per evitare che la violenza alle donne diventi un "luogo comune"

Il Comune di Forlì e il Centro Donna, nell’ambito del progetto “Io ci sono, lascia il segno” per la Giornata Internazionale Contro La Violenza Sulle Donne, presentano "#luoghicomuni" una rassegna d’incontri, spettacoli e mostre al fine di sensibilizzare i cittadini alla conoscenza e al dialogo contro la violenza alla donna.

Le iniziative sono partite a metà novembre e andranno avanti fino all'evento conclusivo del 17 dicembre. Gli eventi saranno dislocati in diversi luoghi della città, luoghi appunto “comuni” in cui la città dialoga e si confronta su un tema così attuale e fortemente sentito quale è la violenza alla donna, anche nella sua declinazione in stereotipi di genere e luoghi comuni associati alla figura femminile.

La rassegna si è aperta con la mostra Raison D’Êitre di Kina Bogdanova e Lietta Morsiani visitabile presso l’Oratorio di San Sebastiano fino a sabato. Giovedì, oltre all’apertura della teca di “Ribellioni segrete” (ore 17:00, Oratorio di San Sebastiano), all’Istituto Musicale Masini, va in scena “Mariposas: Ali contro la violenza sulle donne – la voce degli uomini”, a cura del Tavolo permanete delle associazioni contro la violenza alle donne e con il patrocinio del Comune di Forlì. Venerdì alle ore 17:30 sarà inaugurata nella Sala XC Pacifici la mostra della fotografa Eleonora Carlesi “Una rosa a Sarajevo”, una storia per immagini di coraggio e rivincita, aperta al pubblico fino al 4 dicembre. Alle ore 21.00 presso la Fabbrica delle Candele si terrà un dibattito sulle differenze di genere in compagnia di Maria Pia Boschi, biologa, insegnante e autrice di testi di divulgazione scientifica, e di Marco Dori consulente e formatore.

Sempre venerdì presso il Teatro Verdi di Forlimpopoli, Giorgia Monti e Serena Piccoli presentano “Or-dite, letture recitate e musica dal vivo contro la violenza sulle donne”. La serata con ingresso ad offerta libera è a sostegno di Amnesty International Forlì. Le iniziative continuano anche dopo la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne: lunedì alle ore 20:45 nella Sala XC Pacifici si terrà la presentazione del libro “Nella mani del dottore? Il racconto e il possibile futuro di una relazione difficile” di Carlo Flamigni e Marina Mengarelli, a cura di UDI Forlì. Dicembre si apre con una tavola rotonda dal titolo “I hate. Perché le persone si mostrano così violente sui social network?” con Mara Cinquepalmi, giornalista professionista freelance, si occupa di datajournalism e questioni di genere, e Beatrice Spallaccia di Me.Tra. L’incontro si svolgerà sabato 3 dicembre, ore 17:00 presso la Sala XC Pacifici. Si prosegue sabato 17 dicembre alle ore 15 presso Palazzo Romagnoli con un’altra tavola rotonda: “Rete R.E.A.D.Y” Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. L’evento è promosso da Centro Donna e dall’associazione Un secco no.

Un calendario, dunque, ricco di appuntamenti e di spunti di riflessione per tutta la città di Forlì che, anche quest’anno, vuole mostrarsi in prima linea nella lotta al fenomeno della violenza alle donne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì racconta il tema della violenza alle donne

ForlìToday è in caricamento