Il San Domenico diventa il centro del degrado. Tra bivacco e sporcizia

Uno dei luoghi che dovrebbe rappresentare la città di Forlì nella sua veste culturale è tornato ad essere luogo di degrado, proprio durante la mostra "Novecento - Arte e vita in Italia tra le due guerre". Lo conferma a Forlitoday il comandante della polizia municipale, Elena Fiore

Uno dei luoghi che dovrebbe rappresentare la città di Forlì nella sua veste culturale è tornato ad essere luogo di degrado, proprio durante la mostra "Novecento - Arte e vita in Italia tra le due guerre". Lo conferma a Forlitoday il comandante della polizia municipale, Elena Fiore, che spiega come si siamo “trasferiti nel parcheggio 'i soliti noti', che girano per la città dai Giardini Orselli, al Chiostro di San Mercuriale, da piazzetta Novanta Pacifici a via Pedriali. Sono quasi tutti forlivesi”.

Certamente chi si è trovato ultimamente nella zona del museo, in particolare del parcheggio coperto, sottostante la piazza del San Domenico, ha potuto vedere persone che bivaccavano, spesso anche nelle panchine. Ha trovato sporcizia e ha notato biciclette arrugginite appoggiate alle auto in sosta. Inoltre gli episodi di ubriachezza molesta sono stati svariati e addirittura ci sono state segnalazioni anche di un soggetto che vomitava in pieno giorno.

Che la situazione sia critica lo confermano i dati della polizia municipale che da inizio anno ha effettuato 60 controlli mirati in quella zona. “Abbiamo intensificato gli interventi con il nucleo anti–degrado - spiega Fiore – ogni volta ritroviamo lo stesso gruppo, composto da 6-7 forlivesi storici, più qualcun altro che si aggrega, a volte anche stranieri. I controlli sono diurni, serali  e anche notturni. Ogni volta identifichiamo tutti e se ci sono i margini facciamo verbali per bivacco, ubriachezza molesta. Ma se non ci sono reati non si può fare nulla”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In poche parole il problema non è risolvibile. Gli stessi personaggi si spostano in varie zone del centro, 'migrando' dove i controlli sono, in quel momento, meno intensi. Adesso il luogo del degrado è il San Domenico. Specialmente verso sera. “La situazione è comunque controllata”, conclude Fiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Cervese alle prime luci del mattino, c'è un morto: chiusa al traffico la strada

  • L'auto sbanda e invade la corsia opposta: lo schianto è inevitabile, muore un uomo di 59 anni

  • Travolto da un'auto mentre attraversa sulle strisce: anziano in condizioni critiche

  • Pauroso schianto, finisce nel fosso e cappotta: liberato dall'abitacolo dai Vigili del Fuoco

  • "Sei entrato nel cuore di tutti": tanta commozione per l'ultimo saluto a Fabio Lombini

  • Prima sfuriata temporalesca nel Forlivese, venti oltre i 70 km/h: crollano diversi alberi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento