menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forlì resta senza autovelox. Spento anche quello di Ospedaletto

Intanto che non saranno installati nuovi dispositivi elettronici per il controllo della velocità in tangenziale ed asse di arroccamento, come promesso da sindaco Roberto Balzani, Forlì 'rischia' di diventare un'isola felice

Intanto che non saranno installati nuovi dispositivi elettronici per il controllo della velocità in tangenziale ed asse di arroccamento, come promesso da sindaco Roberto Balzani, Forlì 'rischia' di diventare un'isola felice per chi ha il piede un po' pesante sull'acceleratore. Infatti i due autovelox di Durazzanino e Villa Rovere sono già stati spenti, dopo la sentenza del Consiglio di Stato, ed anche i dispositivi di via Costanzo II saranno 'messi a tacere', “con la nuova riclassificazione delle strade segnalate dalla Polizia Stradale al Prefetto”, spiega il sindaco.

Ma cosa cambia? “Non me lo chieda. Prima li hanno messi poi hanno cambiato il limite, adesso li spengono”, anche Balzani non ha le idee chiarissime. Le multe saranno valide finchè i dispositivi sono accesi. Una volta approvata la riclassificazione verranno spenti. A Forlì resta solo l'autovelox in via Ravegnana, a Ospedaletto. “No, quello è sempre rimasto spento e lo resterà. In poche parole siamo una città autovelox-free – ironizza - finchè non provvederemo in tangenziale ed asse d'arroccamento (i tempi non sono quantificati ndr). Qui non sappiamo se saranno tutor o autovelox, certamente chi viaggia su queste strade deve capire che non sono autostrade  e servono per fluidificare il traffico, in molti tratti c'è infatti il limite dei 70 km/h”.

La sentenza del Consiglio di Stato del 2011 che ha decretato lo spegnimento dei dispositivi di Durazzanino e Villa Rovere deriva da una classificazione della strada statale 67 del Muraglione, su cui sono stati montati i velox, fatta dal Prefetto in sostituzione ad Anas. Tale classificazione è stata giudicata non valida, in quanto le prefetture non possono sostituirsi ad Anas in questo ambito.


Per quanto riguarda invece le strade di competenza provinciale qui gli autovelox restano attivi, perchè in regola con la normativa vigente. Ancora attenzione dunque sulla Bidentina ed in via Del Partigiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento