menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Credit tm news infophoto

Credit tm news infophoto

Halloween e vandalismo, una task force contro le 'zucche vuote'

Il Sindaco di Forlì ha adottato un' ordinanza che vieta l'uso, in strade e piazze fiancheggiate da edifici e in parchi e giardini pubblici, di prodotti pirotecnici, anche se di libera vendita

Di derivazione anglosassone, già da qualche anno la festa di Halloween è diventata tradizione anche nel nostro Paese. Sono sempre più diffuse infatti le feste e serate di divertimento, soprattutto tra i giovani. Tuttavia i festeggiamenti in occasione di questa notte possono trasformarsi in un vero incubo a causa di comportamenti irresponsabili: tra questi l'uso improprio e sconsiderato di prodotti pirotecnici, i cosiddetti petardi.

Questi prodotti, seppure anche di libera vendita, sono comunque pericolosi e possono provocare danni alle persone e alle cose soprattutto se non vengono rispettate le regole precauzionali previste o, peggio, se sono usati intenzionalmente a tali fini, in quanto contenenti sostanze esplosive atte a produrre effetti luminosi, sonori, gassosi o fumogeni a seguito delle reazioni chimiche dei loro componenti. Spesso chi usa i botti sono minorenni che, più facilmente, non osservano le misure minime di sicurezza stabilite al fine di evitare disturbo, pericolo e danno a se stessi e alle persone, agli animali e alle cose, al di fuori dei casi, più gravi e preoccupanti, in cui l'impiego dei prodotti pirotecnici avviene proprio per tali finalità.

Per questi motivi, il Sindaco di Forlì ha adottato apposita ordinanza che vieta l'uso, in strade e piazze fiancheggiate da edifici e in parchi e giardini pubblici, di prodotti pirotecnici, anche se di libera vendita, arrecando molestia o disturbo, ovvero causando situazioni di disagio, di pericolo e di danno alle persone, agli animali e alle cose. La sanzione prevista è di 50 euro con la confisca degli altri prodotti pirotecnici posseduti. Nei casi più gravi, qualora il fatto accertato rappresenti illecito penale, il responsabile sarà denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.

Per fronteggiare situazioni che potrebbero degenerare in fatti potenzialmente pericolosi per la pubblica incolumità, la Polizia Municipale ha programmato per mercoledì un potenziamento dei servizi, prevedendo diverse pattuglie con compiti di controllo e contrasto alle violazioni previste dall’ordinanza comunale. Già dal pomeriggio saranno in servizio, in aggiunta alla programmazione ordinaria, 2 pattuglie specialistiche: la prima opererà prevalentemente in centro storico e la seconda nei quartieri periferici della città.

La sera ed in particolare fino notte inoltrata, saranno impiegate altre 4 pattuglie con compiti di controllo nei principali quartieri, in zone residenziali ed aree verdi. Una pattuglia permarrà in forma fissa all’interno del centro storico e sarà supportata, qualora necessario, dalle altre pattuglie in servizio. Inoltre, nei giorni scorsi è stata avviata una campagna informativa nelle scuole forlivesi su uno svolgimento corretto e consapevole dei festeggiamenti.

Il Comandante della Polizia Municipale di Forlì Elena Fiore ricorda che l’ordinanza non vieta il divertimento e l’utilizzo di prodotti pirotecnici in generale, ma divertirsi non vuol dire commettere atti di vandalismo, distruggere le cose come già avvenuto in passato, così come disturbare con il lancio di petardi il riposo delle persone e la tranquillità degli animali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento