menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via vai in un'abitazione in via Gorizia: si spacciava eroina

Acciuffati dagli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Forlì altri due spacciatori. Si tratta di un giovane idraulico egiziano di 22 anni, incensurato, e di un 31enne tunisino

Acciuffati dagli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Forlì altri due spacciatori. Si tratta di un giovane idraulico egiziano di 22 anni, incensurato, e di un 31enne tunisino, già noto alle forze dell’ordine e con alle spalle due decreti di espulsione. Quest’ultimo si trova in carcere, mentre il complice, dopo la convalida dell’arresto, è tornato in libertà con l’obbligo di firma. L’operazione, che si è svolta mercoledì sera, ha portato al sequestro di 19 grammi di eroina.

Tutto è nato da una serie di segnalazioni di alcuni residenti in via Gorizia, che avevano notato un andirivieni di persone nei pressi di un condominio. Gli agenti della Narcotici si sono appostati, notando il 31enne che già in passato era stato controllato nei pressi del chiostro di San Mercuriale e piazza XX Settembre. I poliziotti hanno così deciso per il blitz. In quel momento nell’appartamento vi erano sei coinquilini, tra cui l’egiziano.

Quest’ultimo divideva la stanza con il tunisino. Dall’armadio è spuntata una scatola con i 19 grammi di eroina suddivisi in sei dosi, un bilancino di precisione e 800 euro in pezzi da 20,50 e 100. Il tutto è stato posto sotto sequestro. I due sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 31enne resta in carcere a disposizione del pm Alessandro Mancini, mentre il 22enne, essendo incensurato, è tornato in libertà con l’obbligo di firma in Questura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento