menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una scena dell'aggressione (foto Frasca)

Una scena dell'aggressione (foto Frasca)

Forlì violenta, il vicesindaco: "Pene non severe, ci vuole tolleranza zero"

"Di fronte a questo grave fatto di aggressione in piazza Montefeltro non è sufficiente dire che queste cose non devono più capitare, perché nell'attuale situazione di crisi economica e sociale possono capitare ancora"

"Di fronte a questo grave fatto di aggressione in piazza Montefeltro non è sufficiente dire che queste cose non devono più capitare, perché nell'attuale situazione di crisi economica e sociale possono capitare ancora. Dobbiamo operare tutti a non trascurare nulla per contrastarle, anzi dobbiamo fare l'impossibile". Lo ha detto il vicesindaco di Forlì, Giancarlo Biserna, tornando sull'episodio di sangue capitato venerdì sera nel parcheggio di piazza Guido da Montefeltro e che ha visto coinvolto un extracomunitario.

"Le forze dell'ordine fanno molto e bene, e tutte, dico tutte, hanno scarsi mezzi a disposizione. Sappiamo che una parte degli Agenti, già dell'ex Aeroporto, vengono e verranno impiegati a rafforzamento della città. I nostri Vigili sono adibiti sempre più all'esterno e quindi anche in piazza Montefeltro. Noi abbiamo avviato un percorso sulla microcriminalità per rendere sempre più attenti i cittadini alle varie situazioni di degrado e quindi più capaci ad essere di maggior aiuto alla Polizia. Ma non ci dobbiamo accontentare".

"E il San Domenico con piazza Montefeltro è un punto importante da portare a compimento in tempi rapidi. Finalmente il percorso più giusto è stato individuato, per cui tutti dobbiamo avere la consapevolezza che queste criticità verranno ben affrontate. Ci vuole ancora un po' di tempo, ma un conto è non avere prospettive, e un conto è averne molte e certe, e questo lo dico anche per gli operatori della  zona. Detto questo però dobbiamo avere chiaro dove sta il vero problema. Solo così potremo fare delle battaglie con obiettivi  precisi. Il vero problema sta in leggi e norme e regolamenti inadeguate ai tempi di grave crisi economica  e sociale, sta in processi lunghi e in pene non severe, sta nella mancanza di carceri (e Forlì col suo nuovo carcere sempre rimandato nel tempo è una vergogna). Ecco dove occorre la Tolleranza Zero, nel pretendere di vedere risolti questi veri problemi. Chi può e deve intervenga subito anche da Forlì" ha concluso il vicesindaco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento