menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla sfiorata rissa in Piazza alle manette: doveva scontare 10 mesi

Ha litigato violentemente con un extracomunitario per poi finire in manette perché deve scontare dieci mesi di reclusione per un reato commesso alcuni mesi fa. In manette è finito un siciliano di 40 anni

Ha litigato violentemente con un extracomunitario per poi finire in manette perché deve scontare dieci mesi di reclusione per un reato commesso alcuni mesi fa. In manette è finito un siciliano di 40 anni, residente a Cesena. Il fatto è avvenuto martedì pomeriggio in pieno centro, pressi del chiostro di San Mercuriale. Erano circa le 17.30 quando una pattuglia della Polizia Municipale è intervenuta per una discussione con toni molto accessi tra due persone.

I vigili sono presto stato raggiunti anche dagli uomini della Volante della Questura di corso Garibaldi, che hanno evitato la nascita di una rissa. Il motivo della discussione pare fosse legato al furto di un cellulare patito da uno dei due un italiano di origine siciliana.  Le forze dell’ordine sono riusciti a separare i due contendenti, per poi accompagnarli al comando di Corso della Repubblica per gli accertamenti.

E’ così emerso che il quarantenne siciliano era colpito da un ordine di carcerazione poiché deve scontare una pena residua di dieci mesi. Per questo motivo è stato arrestato. L’extracomunitario è risultato in regola con le norme sul soggiorno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento