menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Associazione di idee per Forlì: solo musica nell'ex deposito Atr

L'Associazione Temporanea Idee per Forlì è nata il 9 settembre 2011, da un gruppo di volti noti della città. "Non abbiamo nessuno scopo di lucro o politico"

Il recupero dell’ex deposito delle corriere Atr, con l'idea di ricavare un centro per attività musicali, con sale per concerti, registrazioni, un museo di chitarre Fender e del disco. Torna anche  la proposta di un parcheggio sotterraneo in piazza Del Carmine. L'Associazione Temporanea Idee per Forlì è nata il 9 settembre 2011, da un gruppo di volti noti della città. “Non abbiamo nessuno scopo di lucro o politico – spiega il presidente, Ubaldo Marra – ma vogliamo raccogliere idee”.

In poche parole l'associazione si prefigge lo scopo di fare da 'metabolizzatore' di proposte, anche stravaganti o economicamente insostenibili, per cercare di proporle alla collettività nella speranza che qualcuno, pubblico o privato non importa, si interessi. Marra assicura che sulle idee dell'ex deposito e del parcheggio in piazza Del Carmine ci sono già investitori interessati.

Ecco chi sono i fondatori, oltre a Marra: Barbara Longiardi, Antonella Ravaglia, Monica Guidi, Claudio Dolcini, Elvio Galassi, Raffaele Schiavo, Paolo Catani, Gianluigi Aprile, Michele Minisci, Michele Evangelisti, Giuliano Brocchi, Gianluigi Gereschi e Simone Marini.

Un primo appuntamento per fare conoscere alla cittadinanza l'associazione e le sue idee è mercoledì prossimo, alle 20.30, al Circolo Culturale San Francesco. Marra introdurrà, poi Minisci e Aprile presenteranno il progetto di recupero dell'ex deposito corriere di piazzetta Savonarola, Maria Angela Macagnino (Ibm Bologna), parlerà del  progetto “Smart City! Progettare la città intelligente secondo IBM” e infine Brocchi del parcheggio in piazza Del Carmine. Le conclusioni sono affidate a Schiavo. L’invito è stato esteso alle autorità cittadine, ai rappresentanti delle forze politiche, a organizzazioni sindacali, associazioni di categoria economiche, associazioni culturali e del volontariato.

"Spazio grandi concerti, sala lettura per studenti universitari, spazio bar e ristorazione, libreria, sala prove e registrazione, sale mostre. Il museo delle chitarre Fender più completo al mondo e il museo del disco tra i migliori in Europa - Minisci spiega parte del progetto - abbiamo già l'inetersse da parte di una grande azienda di abbigliamento giovani, di un bar, di un'impresa di ristorazione e di una piccoloa libreria. Ci resta solo da sapere a quanto Atr vende o affitta lo stabile e la parte burocratica che richiede l'amministrazione comunale. Se tutto va per il verso giusto, basterebbe un annetto per realizzarlo"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento